Zero gradi di separazione

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
un giorno qualsiasi di un anno qualsiasi di me a Bruxelles

Era giusto rimanere in silenzio per un poco. Ho lasciato trascorrere i giorni tra l’angoscia e la concitazione fino alle vacanze di Pasqua in un silenzio fatto di cani, mare e torte di riso della mamma.

Ho pensato a quella mattina, al fatto che ero alla stazione per andare in una cittadina toscana per un appuntamento di lavoro e su Twitter guardavo il fumo di Bruxelles e le notizie che mi arrivavano in diretta sul telefono. E’ logico che in quel momento la mia preoccupazione stava andando agli amici e colleghi che vivono in quella città. Non mi è passato per la mente neppure per un attimo che ci sarei potuta essere io in quella metropolitana, o all’aereoporto. Me lo ha ricordato un’amica che su Whatsapp mi ha chiesto:” dove sei?”.

Dove sono. Dove siamo. Facebook mi ha mandato poi l’elenco degli amici al sicuro. Tra amici, colleghi e conoscenti un centinaio. Io avevo un centinaio di persone che conoscevo in pericolo. Ed è stato chiaro che qualcuno di loro avesse tra i propri colleghi, amici e conoscenti alcune delle persone coinvolte direttamente nell’attentato. Bruxelles, ma per quanto mi riguarda poteva essere Firenze. Niente mi separa da quelle persone e da quella città. Le distanze esistono, ma sono solo chilometri perchè virtualmente lavoriamo e, spesso, cazzeggiamo insieme.

Siamo così interconnessi che un qualsiasi fatto accaduto altrove ci riguarda direttamente. Una foto di caffè a NY, un bacio in chat da Hong Kong, le lacrime a Bruxelles. Tra me e chi non è entrato per caso in metro quel giorno, ci sono zero gradi di separazione e a quella fermata potevo tranquillamente esserci io.

Annunci

3 pensieri su “Zero gradi di separazione

  1. donna allo specchio

    idem, ma più che per bruxelles per me valgono I caffe e il bataclan a parigi. Infatti dal 13 novembre ogni volta che vado ad un concerto mi guardo intorno, oltre ad avere un pensiero per quelle vittime, ma cambiare le mie abitudine per quei maledetti mai!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...