se il grande fratello è un aspirapolvere

E’ ormai abbastanza chiaro che la mia vita sta andando a rotoli. Arranco dietro a diversi progetti in fieri, alcuni stipendiati ma altri inesorabilmente no, con fatica, pervicacia e ottimismo. Maddài che bello, fai cose, vedi gggénte e lavori e si sa il lavoro in questi tempi.

Io non sono mai stata una di quelle donne con il senso profondo dell’ordine e della casa perfetta. Sono schifiltosa e quindi cerco di tenerla pulita ma sfortunatamente non ho abbastanza tempo per pulirla a fondo come vorrei e dopo anni di frustrazione ho deciso di lasciar perdere. E quando navigo nel lercio prego Iddio che mandi un’epidemia di peste bubbonica circoscritta in casa mia e colpisca l’inutile essere seduto sul divano che legge altrettanto inutili libri di nerd americani e indiani mentre io faccio tutto il resto.

Perchè è ovvio che mi piaccia dover pulire, stirare e cucinare dopo una giornata di lavoro fuori. Oppure se sono in casa a lavorare quando stacco non lo faccio per andare a camminare o nuotare, no! Preferisco preparare qualche manicaretto per l’Inutile Loredano di cui sopra.

Mentre quindi ieri pomeriggio sui social lanciavo anatemi e maledizioni alla magistratura italiana e al sessimo imperante di questo schifoso paese, pensavo “anche la mia casa è sudicia e stasera a cena bustone di minestrone findus e pezzo di formaggio per cena”. Una criminale insomma.

In quel preciso istante, con la lucida consapevolezza che in quel momento invece di organizzare incontri politici avrei dovuto essere china a passare il mocio, il campanello suona. A passo felpato controllo che non sia il solito testimone di Geova e vedo il prete. Apro o non apro? E non fare la solita anticlericale femminista e apri a ‘sto povero prete di campagna.

Non era il prete. Vestito di nero e la bustina di pelle in mano, come il parroco quando va in visita, davanti a me stava un rappresentante della Folletto. Are you kidding me? Gli ho detto. Lui spalancando gli occhi senza capire il nesso di quella frase sconclusionata ha cercato subito di convincermi che avevo bisogno del folletto.

Ora, io non sono complottista ma penso: la casa è sudicia, io non faccio un cazzo, nessuno qui dentro fa un cazzo, arriva uno che cerca di vendermi un aspirapolvere, è una coincidenza? Non credo proprio! Con inquietitudine convinco il tipo che sono la persona sbagliata, dopo aver subito l’umiliazione del loro foglietto raccatta sudicio che passano sui pavimenti prima di fare la prova gratuita, e lo saluto. Controllo con spasmodica cura che non ci siano cimici messe da Costanza Miriano, cerco telecamere nascoste nella mia stella di natale ormai senza foglie.

Niente. Forse era davvero una coincidenza. Forse i neocatecumenali non mi controllano. Forse devo smetterla di guardare otto puntate di Homeland per volta. Forse devo cominciare a pulire casa e a buttare giù dal terrazzo la roba da Windsurf di Loredano che è abbandonata in soggiorno da una settimana regalando un aroma di porto e pesce secco a tutta la casa,  e dannazione sono anche così povera che non posso permettermi nemmeno un Folletto.

 

Annunci

4 pensieri su “se il grande fratello è un aspirapolvere

  1. donna allo specchio

    oddio come ti capisco! per il disordine e per l’essere che legge libri di nerd americani potremo essere sorelle! Hai tutta la mia comprensione!!!
    T’informo per la cronaca che mia madre deve aver vissuto un momento simile al tuo con la differenza che lei, in un momenti di pura povertà causa conti bloccati per morte genitore, il folletto l’ha comprato comunque 😉

  2. Sarebbe stato più umiliante un rappresentante del Bimby…
    O magari un avventista del settimo giorno rivenditore di vini piemontesi convenzionato con la eminflex e patrocinato dal sindacato internazionale degli scrittori nerd di tutte le etnìe conosciute, da sempre fans del Lando Buzzanca de “Il merlo maschio”.
    Tradotto: ti è andata bene… 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...