Che c’è per colazione?

DSC_0683

Essendo in questi giorni molto ispirata, nonostante il caldo, e anche annoiata dalla solita colazione mi sono decisa a rifare le brioches. Dopo anni di tentativi falliti, successi completi o a metà, credo di aver trovato la formula giusta anche con l’utilizzo del lievito madre. Inutile dire che la parola magica è lievitazione lunga, nel mio caso 10-11 ore a temperatura ambiente, ossia 21-23 gradi.

La mia pasta madre è abbastanza matura ormai e mi regala grandi soddisfazioni. Per la ricetta ho utilizzato una farina W260, tagliata con della manitoba, burro biologico, uova dei suoceri di mia sorella – provenienza valle del Magra- e limoni del giardino dei miei genitori. Gli ingredienti sono molto importanti ma anche l’occhio e il tatto nel capire il grado di umidità dell’impasto e sistemarlo a seconda dei casi. Ecco perchè è difficile dare delle dosi precise, soprattutto per quanto riguarda la farina.

Il risultato fragrante e profumatissimo lo vedete nelle foto, Loredano si è già ingozzato stamattina inzuppandole nel latte, io le preferisco con il mio salvifico caffè. Non è una colazione da tutti i giorni ma ogni tanto vale la pena regalarsi un momento dolce speciale.

DSC_0680

DSC_0684

Annunci

4 pensieri su “Che c’è per colazione?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...