essere una FdM

Ieri sono stata a un convegno istituzionale sulla programmazione regionale dei bandi di finanziamento alle imprese. Eccheppalle direte voi. Sì, ma ci devo fare per forza un post perché anche in questi workshop accadono fatti inspiegabili che portano ad interrogarti su molte cose tra le quali: per quale ragione sono ancora in Italia?

Dunque, dicevamo. Io ero lì in qualità di consulente e ascoltavo. Alla fine del convegno, che sottolineo è stato molto utile, danno il via alle domande.  Per correttezza di informazione vi devo spiegare che il convegno era rivolto alle imprese e agli imprenditori interessati a partecipare ai bandi di finanziamento europei e regionali e quindi oltre ai consulenti  e amministratori locali la platea era composta dalla classe imprenditoriale/industriale del territorio. Dalla cosiddetta “eccellenza”.

Le drammatiche domande poste ai relatori- assessore regionale +dirigente+rappresentante agenzia europea+rappresentante agenzia italiana- mi stavano già facendo prudere le chiappe sulla sedia, un esempio? Si lamentavano per via della domanda di partecipazione al bando che obbliga la dimostrazione che l’azienda non abbia precedenti in falso in bilancio, corruzione e legami con organizzazioni mafiose.  In realtà le cose richieste sono molto semplici , basta un’autocertificazione ma andiamo avanti. Ad un certo punto prende la parola indovinate chi? Uno dei miei amici imprenditori, il titolare dell’azienda per cui ho lavorato appunto come consulente per ricerca e progettazione.

Prende il microfono, si presenta e dice “Ho un’osservazione da fare. La Regione dovrebbe mettere a disposizione una task force gratuita di esperti per aiutarci in questo lavoro perchè noi non siamo in grado e io ho dovuto rivolgermi a un’azienda sostenendo costi ingenti per la consulenza”.

Signori e signore ecco a voi l’evoluzione. L’evoluzione da Faccia di Chiùlo a Faccia di Mierda.

Oltre alla discutibilissima, tipicamente italiota e alquanto triste richiesta di avere a disposizione professionisti che lavorano gratis, il punto è che l’agenzia nominata ero io e l’ingente costo per 4 mesi di lavoro di cui 3 settimane a 8 ore al giorno (minimo) gli sono costate l’ingente cifra di 500 euro al nero consegnata in una busta dopo aver ignorato per settimane il mio preventivo, la mia notula e le mie richieste.

Ora che sapete da che cosa è composto il tessuto imprenditoriale, io già lo sapevo ma mi accusano di essere una feroce comunista leninista e quindi ne parlo poco, ora state tranquilli. Siamo in buone mani, questo paese ha davanti a sé un futuro radioso di facce di mierda che si spacciano per industriali e i cinesi ci fanno una pippa.

Comunque questo tizio merita una standing ovation per essere una delle più grandi Facce di Mierda mai conosciute in vita mia.

Annunci

5 pensieri su “essere una FdM

  1. Nessuna sorpresa…
    L’unica cosa di cui non sono certo è: sono diventati “imprenditori di successo” perché sono delle facce di merda oppure è l’italiano medio una faccia di merda?

    —Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...