Progressi

Mentre l’inverno fa il suo corso innevando colline e promontori e regalandoci fine settimana sulle piste innevate, io sto con molta calma rendendomi conto che la mia vita precedente mi manca sempre meno. Intendiamoci: mi manca l’attività politica, quella dettata dalla passione, mi mancano anche gli intrighi di potere, i brain storming, persino le riunioni di partito. Non mi manca invece il lavoro. O per meglio essere precisi la logica del lavoro, la spirale malsana in cui ero caduta. Giornate, serate, notti, vacanze buttate per micragnosissimi stipendi, zero diritti, zero prospettive e sempre con l’ansia di non essere mai all’altezza. Adesso sono povera e lavoro ad intermittenza ma sono serena, sto organizzando il mio futuro e mi si sono aperte opportunità che prima nemmeno vedevo. Ho proprio cambiato l’ottica in cui mi voglio relazionare con il mondo del lavoro. La crisi in questo mi ha aiutato parecchio ed il risultato è che non ho i soldi per andare dall’estetista ma non ho nemmeno bisogno di andare dall’estetista. Non sono iscritta in palestra perchè ho l’autonomia per gestirmi il tempo da dedicare al fitness. Non butto più via denaro per pranzi e cene perchè posso cucinare a casa. Non voglio più un lavoro, di quelli orrendi, di quelli dove sei più qualificato del dirigente, dove non esiste crescita profesisonale né economica, dove c’è sempre un idiota che lavora con te e contro di te. No, sto scoprendo che lavorare da sola mi apre infinite soluzioni e possibilità, che il settore che sto seguendo ha un buon mercato e che del mio passato adesso mi rimangono quelle persone che ho imparato a conoscere e stimare e con cui adesso si pongono le basi per progetti futuri.

In poche parole, un anno di scoglionamento per capire che psicologiacamente e fisicamente sto meglio adesso.  E quindi? Quindi niente, volevo dirvelo. Nell’attesa serena e pacata che mi si riaprano anche opportunità di impegno politico continuo a portare avanti i miei progetti. E quei pochi denari risparmiati, sia chiaro, saranno spesi in un un fantastico viaggio che sto meditando da un po’.

Playlist libri del mese:

Guerra e Pace  L. Tolstoj

I 7 capolavori erotici della letteratura francese A.A.V.V.

Il Capitale T.Picketty

Controcorrente J.K.Huysmans

Playlist Cinema/TV del mese

Paths of glory S.Kubrick

The Third Man C.Reed

The Iron Lady P.Lloyd

Borgen A. Price

Annunci

3 pensieri su “Progressi

    1. ondalunga

      Oddio che responsabilità!!!! Guarda che la strada è irta e piena di ostacoli tra cui: autocommiserazione (sono una maestra in questo), senso di smarrimento, fallimento e di vuoto siderale. Oltre alla tragedia finanziaria. Ma poi tutto diventa più chiaro e a quel punto è molto più facile fare delle scelte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...