se dopo il rientro

Il Windsurfista dopo il suo rientro dalla vacanza marocchina si è levato uno dei suoi 4 denti del giudizio. Auguri a lui. Ma anche a me. Avere un uomo che si lamenta per tre giorni non tanto del dolore ma del fatto che non può mangiare il suo etto e mezzo di pasta due volte al giorno può essere un’esperienza estenuante. Metteteci dentro una suocera che lo chiama 4 volte al giorno per dirgli vengo lì io ( ma a fare che? ) e un’assistente di poltrona che dopo l’operazione gli dice “stasera devi essere coccolato” (fai pure, toh è tuo, compreso il chilo di purè di patate che devi preparagli per sfamarlo) e il quadretto è completo.

Io, il cui livello di pazienza è pericolosamente sceso a livello 1 (per darvi un’idea la sindrome premestruale lo porta a livello 2) , ho dovuto gestire una serie di loschi personaggi che hanno cercato in tutti i modi di coinvolgermi in lavori di manovalanza quando l’unico mio pensiero era riproporre a casa mia le meravigliose colazioni marocchine a base di baghrir e m’semmen, rispettivamente una frittella un pò spugnosa da servire con marmellata e miele e una crepe simile alla pasta fillo da servire nel medesimo modo. Come potete immaginare ne abbiamo mangiate in quantità industriali e in alcuni dei riad dove abbiamo alloggiato erano davvero eccezionali.

Se non ci fosse stata una mia amica a tirarmi su di morale nel raccontarmi la sua avventura a cena a casa di Fabrizio Barca sarebbe stato un rientro assai penoso.

Mi rendo conto che è un periodo difficile per tutti, soprattutto sono circondata da donne arrabbiate. In modo sano per giunta. Vorrei che fossimo capaci di incanalare questa rabbia in qualcosa di costruttivo ma comunque sono molto felice che si rivolgano a me come punto di riferimento. Mi danno la forza di superare un momento di stallo nela mia vita, non solo politico, e mi riempiono di energie nuove. Se non fosse per loro me ne scapperei di nuovo con il dromedario sulle dune del deserto in pacifica contemplazione di tramonti e di cieli stellati.

 

 

 

Annunci

2 pensieri su “se dopo il rientro

  1. donna allo specchio

    no la socera no…. 🙂
    come ti capisco … per il periodo di stallo, per la crisi, per la rabbia…

    un piccolo esempio dello stato di nevrosi in cui mi sono ritrovata recentemente : il mio smart phone mi ha lasciato in panne dopo 4 anni di adorato servizio (eh signora mia non si fanno più i telefoni di una volta, adesso ogni oggetto ha in se la data di “perention”); ebbene, ieri mi disperavo di doverlo andare a comprare da sola pur sapendo benissimo quale sarebbe stata la mia scelta. quando mi sono resa conto che mi sto transformando in una di quelle cretine che non fanno nulla senza che l’accompagni il compagno, cosa che non sono mai stata, mi sono ribellata e sono andata di corsa a comprare il telefono. Da sola. Sono abbastanza grandicella per farlo. 🙂

    in bocca al lupo per un periodo migliore a tutti i livelli ….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...