il punto di non ritorno

La scusa è stata che non si può lasciare una bottiglia di Beck’s fredda aperta e piena per tre quarti da sola in un angolo della cucina.

La scusa della scusa in realtà , se proprio vogliamo essere precisi, sono stati diversi barattoli di miele di castagno della Lunigiana che mio padre, dopo aver comprato in quantità industriali durante le gitarelle della domenica in quelle zone, mi ha regalato perchè non in grado di consumarli. Io ho deciso di farci dei biscotti naturisti con la farina di farro. L’ho deciso una sera alle sette, tornata troppo tardi per il mio corso di fitboxe ma troppo presto per cenare e troppo nervosa per rilassarmi. Il Windsurfista sarebbe tornato tardi, in palestra anche lui. Ho cominciato a impastare i biscotti al miele e ho pensato che impastarli con la birra li avrebbe fatti lievitare meglio.

E ho aperto la Beck’s che era in frigo. Poi dopo aver impastato e infornato ho preso la Beck’s. E ho messo su Bryan Adams.

E mi sono resa conto che l’ultima volta che mi sono bevuta un birrino da sola in casa con lo stereo a palla era il 2004, il giorno in cui raggiunsi il punto di non ritorno per quello che riguardava la mia vita all’epoca.

Il punto di non ritorno è uno di quei momenti in cui ti rendi conto che hai superato ogni limite prefissato, che sia esso di semplice attesa o di decenza, o di qualsiasi altra cosa. Tutti noi abbiamo dei momenti in cui ci si rende conto che dobbiamo rompere, dobbiamo cambiare, dobbiamo varcare quella porta che lasciamo chiusa per paura dell’ignoto.

Ecco, io con il birrino in mano e Cut like a knife a un volume indecente, ho provato quella meravigliosa sensazione. O chissà, magari è stata solo la birra stomaco vuoto.

– Ad ogni modo- ha commentato ore più tardi il Windsurfista, dopo aver scoperto che mi ero bevuta una birretta da sola prima di cena- quando io non ci sono tu di diverti sempre enormemente. Non è mica giusto-

Annunci

2 pensieri su “il punto di non ritorno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...