september issue

DSCN0104

September Issue è il numero più importante dell’anno di Vogue. Deve essere in grado di dare serie e chiare indicazioni su quali saranno le tendenze dell’anno a venire, deve aprire una stagione nuova, deve orientare lo spirito di noi comuni mortali che ci addentriamo verso il buio di corte e fredde giornate invernali.

September Issue è una metafora del prossimo futuro, della chiusura di una stagione, dell’apertura di nuovi orizzonti che non siano il riprendere una routine malsana e stagnante.

Per la verità io sono già molto stanca. Questo settembre mi ha posto di fronte a questioni rancide così come anche a due enigmatici quadri di Piero della Francesca , La Resurrezione e la Madonna del Parto, che mi hanno infuso una corroborante inquietudine per il mio presente, spingendomi a correre verso un ignoto, ma certamente migliore, futuro.

E poi c’è l’India, che mi è entrata dentro. L’India e i suoi tramonti liquidi, l’India infestante come le sue foreste, che ti mette con forza davanti all’imperscrutabilità dell’universo a dispetto della nostra testarda e occidentale volontà di spiegarlo. L’India e il suo popolo così lontano da noi e non solo geograficamente, ma che mi ha insegnato a pazientare di fronte alla lentezza snervante di tutte le cose, che comincio ora a capire perchè mi sono posta con umiltà davanti a loro. Ma davvero è umiltà? O forse anche io mi sono arresa alla sua imperscrutabilità tutta orientale?

Questo numero di settembre è quindi il ventre gravido della Madonna di Piero della Francesca e la tentazione di abbandonarsi al ripetersi inesorabile della ruota della vita. Una contraddizione, in effetti. O forse lo è solo in apparenza.

Annunci

6 pensieri su “september issue

  1. Donna allo specchio

    E’ vero : sei più poetica. Come va la salute? Non è che i politicanti italiani te la fanno rivenire la dissenteria…(se io ne vedo troppi in Tv a me viene la gastro per esempio)

    1. ondalunga

      io evito di seguiìre/vedere qualsiasi cosa che direttamente o indirettamente relazionata a quell’inidviduo
      tanto ci porverà sempre finchè lui e i suoi eredi saranno in vita.
      Invece non so se è proprio poesia, chissà settembre evidentemente mi fa bene 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...