emergono particolari inquietanti

Più frequenti alcune persone più impari a conoscerle nelle loro piccole e grandi manie, o semplicemente abitudini, che a una prima occhiata superficiale potrebbero sfggire. Certo, nel caso di FdC, gli indizi c’erano tutti: risata che fa accapponare la pelle, invadenza, gusto dell’orrido.

Io e il Socio, un paio di settimane fa, siamo stati invitati per l’ennesima volta a una cena a casa sua. Questa era in realtà una “pizzata”, poichè nel tempo libero FdC ha frequentato un fantomatico corso di cucina nel quale le è stato, pare, insegnato a fare la pizza. Sotto la supervisione del suo futuro “cognato”, brevemente pizzaiolo in una fase della sua vita, FdC ha passato una domenica a impastare. Io avevo subito declinato l’invito per un’ipotetica campagna elettorale da fare in Apuania, il Socio qualcosa di simile.

Ma FdC nel tempo si è fatta furba. Ha imparato a conoscere i suoi avversari, li ha studiati per bene e ha capito che i due altro non sono che squallidi opportunisti alla ricerca di una folgorante carriera politica e così è magicamente spuntato nella rosa degli invitati un personaggio che io e il Socio avremmo conosciuto volentieri. Dopo un rapido consulto abbiamo deciso di accettare l’invito.

I presenti alla cena erano uno più noioso dell’altro ma, come ha argutamente notato il mio Socio, se la provenienza è quella parrocchiale è ovvio che non potessero raccontarci cose avvincenti. Mi sono sciroppata un’intera serata di racconti di boyscout. (Quando la prossima volta sarete nell’urna e starete per votare per il più grosso partito di centrosinistra pensate a me. A me e le avventure delle Giovani Marmotte. A me e i ricordi altrui di schitarrate e campeggini con preghiera inclusa. Ecco, pensate a questo.)

La pizza era tremenda ma FdC è di Firenze e la pizza media fiorentina fa schifo quindi i boyscout e le coccinelle hanno mangiato tutta la pizza, compresa quella all’ananas. Ecco io non voglio parlare troppo della pizza e degli ingredienti usati perchè potrei passare per una spocchiosa e insopportabile so-tutto, ma comunque una pizza così nemmeno al mio cane.

Alla fine della serata sono rimasta incastrata nell’invito a fermarmi per dormire. Il Socio mi ha fatto gli auguri e si è dileguato nella pioggia e nella notte e io sono rimasta sola con FdC. L’ho aiutata a rigovernare e lei, con mio grande stupore e raccapriccio, ha acchiappato tutto ciò che era avanzato, fragole, ananas, gorgonzola e mozzarelle e paf lo ha buttato nell’immondizia. Un pezzo di gorgonzola nuovo, fragole neppure toccate. Tutte cose che rimangono nel frigo per giorni. Quando si è chiusa in bagno per prepararsi per la notte, io non ce l’ho fatta e ho aperto il frigo per capire cosa ci fosse dentro. E, come immaginavo, il frigo era completamente vuoto. Solo una pentola di quello che, poco prima, mi aveva indicato come il suo “brodo di coniglio”. Capite, FdC bolle conigli in pentola. Non mangia fragole e formaggi ma coniglietti.

Tremante, sono andata nella mia camera e ho scoperto che sul letto troneggiava un pagliaccio di pezza con due croci cucite al posto degli occhi e un sorrisino cattivo. A quel punto gli ingredienti per un film dell’orrore c’erano tutti. Ho messo in un cassetto il terrificante pupazzo, ho chiuso la mia camera a chiave e ho cercato di non pensare a tutti quei particolari inquietanti che in poche ore erano prepotentemente emersi.

La mattina dopo, alla luce del sole il pupazzo non era più terrificante ma solo un gadget di cattivo gusto, mi sono ricordata dell’ intolleranza ai latticini di FdC, ho pensato che forse anche la frutta le potesse far male. Ho pensato che certi inquietanti particolari in realtà possono solo essere abitudini alimentari diverse dalle mie.

Certo che però voler andare in un’ottima pasticceria solo per bere un tè mi è parso strano. Ma a quel punto, gustandomi il mio caffè e un meraviglioso cornetto, ho pensato che il mondo è bello perchè è vario. Magari, non per i conigli.

 

Annunci

9 pensieri su “emergono particolari inquietanti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...