non ci sono scuse ma

Se decidi di andare a vivere in un posto fuori città.  Se decidi di andare a vivere in un posto lontano 20 km da qualsiasi stazione (treni, autobus, taxi). Se decidi nel frattempo di fare due figli uno dietro l’altro. Se decidi che ai bimbi non fa bene uscire la sera e non vai alle iniziative degli amici che per forza di cose sono la sera. Se decidi di farti tutta la maternità in casa con due bimbi in un posto raggiungibile solo in automobile lontana 80 km dalle tue amiche. Se decidi che le uniche idee per incontrarti con le amiche è vedersi a Disney On Ice.

Non ti lamentare poi che da un anno le tue amiche non ti vengono a trovare.

 

Annunci

10 pensieri su “non ci sono scuse ma

  1. valeriascrive

    80 km sono parecchi.
    Ma una volta ogni tanto ci si potrebbe vedere.
    Magari non di sera. Perche’ far uscire i bambini la sera non e’ una buona idea. Devono dormire.
    Magari lei potrebbe prendere la macchina e venire a trovarvi nel fine-settimana. O invitare voi. Dipende dall’eta’ dei figli. Se sono piccoli piccoli non possono stare senza la madre. Se sono piu’ grandicelli possono stare senza la mamma e la mamma deve, sottolineo deve, separarsi da loro e stare con le amiche, anche se stanno lontane.
    Sara’ che qui mi sono abituata a distanze enormi, ma 80km mi sembrano piu’ che fattibili, almeno ogni tanto.
    Certo non per un caffe’ improvvisato.

    1. ondalunga

      Guarda, l’ho invitata milioni di volte e come lei altre amiche. Ma quando andava bene non andava bene a loro ( malattie esantemi pranzi con genitori/suoceri ecc ecc). Ora io ho solo 4 fine settimana di cui almeno 2 occupati dal mio lavoro/impegno politico. Spesso mi è capitato di avere dei mesi senza mai un fine settimana libero. E’ una scelta per carità ma dato che la vita è questione di scelte me ne devo prendere le responsabilità. Con le altre amiche abbiamo provato a conciliare i rispettivi orari e l’unica macchina in nostro possesso ma è stato molto duro. Io non ho l’auto e come io rispetto la scelta di chi vive in posti agghiaccianti voglio che la mia scelta di essere a piedi sia rispettata. Cosa che l’amica non fa. Rispetto anche la sua scelta di stare un anno e mezzo in maternità . Ma deve essere rispettata anche la mia scelta di vita. E questo lei non lo fa. Ho anche un altra amica con dei bimbi che vive addirittura a roma e lo ammetto: ho visto più spesso lei. Ho già visto anche la sua casa nuova! Alla fine ci si deve venire incontro. E’ questo che non mi piace. Il fatto che il venire incontro sia unilaterale.I bimbi sono piccini e capisco sia un macello spostarsi ma almeno abbi pazienza e aspetta che in qualche modo anche noi ci sia riesca ad organizzare. 80 km se si vive in posti raggiungibili da mezzi di trasporto civili non sono niente ma se vivi lontano da tutto e le amiche purtroppo sono senza auto bisogna trovare un sistema. Magari potrebbe aiutarmi a convincere un Windsurfista qualunque a rinunciare a un pomeriggio di libertà per passarlo con lei e due bambini…..

      1. donna allo specchio

        Ti capisco, e capisco anche i tuoi senso di colpa, ma il problema che mi ritrovo con la gente che ha figli (amici ed in particolare mia cognata) è che pretendono che il mondo giri loro intorno. Ora, uno puo cercare di venire loro incontro, ma ciascuno secondo le proprie esigenze.

  2. la mia migliore amica ha traslocato lontano 7 anni fa, in culolandia.
    Erano 43 km da casa mia e mi sembravano una immensità perchè le strade per arrivare erano davvero bruttine: in mezzo ai campi, alla nebbia, sdrucciolevoli con due gocce di pioggia, su e giù per colline.
    Ci sentivamo per telefono e ci siamo viste, in media, una volta l’anno.
    Ma siccome ci vogliamo bene, ci siamo spiegate ad alta voce quato fosse triste vedersi poco ma che capivamo l’una le ragioni dell’altra.
    Ora mi sono trasferita e i km si sono ridotti, ci vediamo un po’ di più. Ma è soprattutto il chiarirsi, se ne vale la pena, perchè la sindrome dell’abbandono ci fa dire cose che forse potevano essere dette in maniera più dolce. Se ne vale la pena, apena i figli cresceranno, ricomincerete a vedervi. Basta essere sincere, anche tu che non ti senti rispettata: diglielo.

    1. ondalunga

      io non ho la macchina quindi lei sa che diventa complicato per me andare dato che non vive con treni nè autobus nelle vicinanze, necessito di accurata organizzazione quindi. Il punto è che se si parla di questo pare che la colpa sia mia perchè:
      non l’auto
      non ho da fare un cazzo perchè non ho figli
      a me queste due argomentazioni non convincono…..
      e comunque cercare di essere sincere con certe persone significa litigarci 😦
      (e la colpa è NOSTRA perchè dato che ha carattere particolare, problemi ecc abbiamo sempre abbozzato)

      1. donna allo specchio

        Oddio, sono le due argomentazioni che mi fanno inkazzare di +, specie la seconda che usano molto mia suocera e quella gran str di mia cognata.
        consiglio spassionato:
        1. non ti sentire in colpa
        2. mandala a qual paese

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...