che la decadenza abbia inizio

Come vi ho esternato in alcuni precedenti post ho iniziato i corsi di zumba. Mi ero documentata: si parlava di 800 calorie bruciate in un’ora (tipo Ian Thorpe in vasca insomma), grassi sciolti, cellulite assorbita, muscoli tonificati, divertimento assicurato, soprattutto musica e ballo e poca noia.

Non ho ancora avuto momenti di crisi di resistenza, mi faccio un’ora senza lamentarmi e senza sentire mancanze o stanchezza. E’ abbastanza divertente, finalmente ballo per un’ora senza scatenare ilarità e commenti di nessuno ( il solito Windsurfista qualunque), scarico stress e adrenalina.

Bene. Peccato che da giorni non riuscivo a sedermi, alzarmi, muovermi, pedalare senza provare terribili dolori al mio lato B.

Oggi ho svelato l’arcano: sono i piegamenti. Sì, i piegamenti sul ginocchio, il vecchio classico maledetto fetido pestifero e purtroppo sempre valido piegamento. Solo che una volta mi facevano un baffo.

Adesso non mi muovo più. E’ iniziata la decadenza.

Il tracollo.

 

Annunci

2 pensieri su “che la decadenza abbia inizio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...