le similitudini

Micia ha 19 anni. Diciannove anni per una gatta sono un’età venerabile. Essendo Micia una vecchina, in salute ma pur sempre una vecchina, la sua giornata tipo si svolge così.

Sveglia presto con roboanti miagolii, pare infatti che i gatti anziani che come lei sono completamente sordi e abbastanza ciechi, a volte si sveglino disorientati e chiamino, disperati, parenti e amici. Colazione, poca ma buona. Passeggiata di 5 metri fino al suo cuscino in veranda. Non riuscendo più a salire e scendere da sedie e poltrone il cuscino è a terra. Quando fa caldo si sposta sotto una pianta. Il resto della giornata lo passa dormendo. Si sveglia solo se ammorbata da cuccioli umani o se si accorge che io o mia madre siamo nelle vicinanze. Si deve far pettinare perchè non riesce più a lavarsi sulla schiena e se ne sta beata mentre le spazzoliamo il pelo ancora folto. Ha tutti i denti in bocca e quindi sgranocchia croccantini  due volte al giorno.

Ogni mattina camminando verso la stazione del Sobborghino incontro una delle vecchiette dell’isolato. Avrà 100 anni. Cammina tutti i giorni per il solito tragitto con l’aiuto del bastone, il resto della giornata lo passa seduta su una sdraietta al fresco (le hanno pure montato un ombrellone!) .

Non lo so, ma io ci trovo delle inquietanti similitudini. Le due vecchiette mi paiono uguali, sorde, mezze cieche, sorridenti e rintronate. La vecchietta felina mi saluta miagolando ogni volta che mi vede e quella umana mi dà il suo buongiorno sorridendo.

Alla fine non è che siamo tanto diversi dagli altri animali, però Micia mi fa impressione: diciannove anni fa infatti era solo una minuscola gattina che ho trovato fuori dal cancello di casa e ai miei occhi rimane una cucciola perenne. Con le persone anziane è diverso. Ti aspetti che siano più vecchie di te e che se ne vadano prima di te.

Di sicuro mi dispiacerà molto un giorno non vederle più perchè, in un certo senso, anche solo il vederle lì accanto a te dormicchiare ti fa sentire meno sola e ti riempie le giornate di compagnia e dolcezza.

Annunci

Un pensiero su “le similitudini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...