finesettimana di primavera

La primavera avanza a grandi passi e io me la sento dentro, si esprime attraverso la voglia di cambiare, rinnovare e non mi riferisco solanto al mio guardaroba.

A puntino è capitata la domenica di “marzo in fiore” appuntamento del Sobborghino a cui io non manco mai da quando per disgrazia ho trasferito le mie tre carabattole qua. Vivere in una casa con un bel balcone rende possibili molte cose e se non fosse per quell’uomo che mi ronza intorno, io avrei un vivaio più che una terrazza. Ma devo contenermi. Però anno dopo anno approfittando delle sua assenze da windusrf sto mettendo su un balconcino che è una delizia.

Quest’anno ho ceduto alle lusinghe dell’azalea. Diciamo subito che ho un debole per le acidofile, camelie in testa, e vivere in una zona abbastanza fredda in inverno ma tutto sommato non troppo gelida mi offre l’opportunità di mettere vasi di acidofile in terrazzo. Dopo una bella camelia rossa ecco quindi un’azalea indica, a fiore bicolore. Per ora in boccio, aspetto fiduciosa.  Ho voluto dare anche una compagna alla mia gerbera che dal 2009 mi fiorisce da aprile a novembre incessantemente. Siccome la mia è gialla ne ho presa una rossa. Ho anche intenzione di creare una zona di piantine aromatiche, e quindi ne ho acquistate in quantità e appena mi procuro dei bei vasi colorati vi farò vedere.

Intanto i bulbi dell’anno scorso sono fioriti o stanno fiorendo, e questo mi sta facendo seriamente pensare di prendermi dei tulipani e degli iris per fare una piccola oasi di pace, ma temo che il ronzante Windsurfista abbia da ridire per lo spazio sottratto alla fantomatica zona delle feste. Zona peraltro utilizzata una sola volta e per il mio compleanno.

Siccome ero di buon umore per il pomeriggio passato a zappettare e interrare ho sfornato la torta paradiso. Torta perfetta per questi momenti: leggera, saporita, con quel poco di zucchero a velo che fa festa ma comunque modesta come la Quaresima impone. Mi si è pure gonfiata felicemente e felicemente è rimasta friabile e per niente asciutta.

Si vede che i fiori hanno aiutato il mio umore a raddolcirsi abbastanza da non fare danni in cucina.

Annunci

6 pensieri su “finesettimana di primavera

  1. Un’ottima riuscita, sia per i fiori che per la torta!

    Io adoro le piante aromatiche, sia la loro presenza pura e semplice sia il loro apporto (fondamentale) nelle mie follie culinarie. Non potrei farne a meno!!!

    —Alex

    1. danke!
      quanto alle piantine tra l’altro mi devo prende l’erba cipollina e il dragoncello, capire se la mia maggiorana è morta o ancora viva e appena viene caldo assolutamente procurarmi del basilico!
      per cucinare sono necessarie, più che follie le chiamerei botte di creatività 🙂

      1. Il mio orticello è in uno stato pietoso, soprattutto a causa della neve.
        La mia maggiorana ed il timo si sono definitivamente arresi 😦
        La salvia l’ho rasata a zero (lo faccio ad ogni primavera) per farla rafforzare mentre una delle piantine di menta ha messo fuori tre tenere foglioline. L’alloro invece non me lo uccide niente!

        Devo pure ricordarmi di piantare i semi di coriandolo.

        Sabato spero che al mercatino della filiera corta ci sia l’omino delle pianticelle aromatiche almeno ripristino i defunti 😉

        —Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...