dopo il terremoto

Venerdì c’è stato il terremoto. Per prevenire inutili arrabbiature causate dallo sciopero dei treni  io ero rimasta a lavorare a casa nel Sobborghino. Caso vuole che ci fosse il Windsurfista in telelavoro pure lui. Alle 15.54 la fatidica scossa. Trema tutto e io, memore di altre scosse apuane ben più forti, mi sento lo stomaco andare nelle ciabatte. Poi razionalmente ho pensato che il Sobborghino non era in zona sismica e che la scossa sentita era uno strascico di una scossa ben più forte. E per istinto ho cercato di telefonare in Apuania dove i terremoti sono una spina nel fianco. Nel frattempo su facebook si sono  scatenati gli aggiornamenti al secondo, in rete ho visto dov’era l’epicentro e dopo aver concluso che non c’erano stati gravi danni mi sono tranquillizzata e ho aspettato il funzionamento dei cellulari per telefonare alla sorella infermiera che vive in un paesino sotto Aulla.

La sera poi ho ricevuto le telefonate di “quasi” tutta la famiglia Ondalunga al completo.

Mia sorella che non era di turno, si trovava in casa con la piccola peste e ha visto dalla finestra il portico letteralmente spostarsi da una parte all’altra. Ha acchiappato il bimbo che se la rideva perchè le pareti si muovevano e urlando un “tutti fuori” destinato alla famiglia del piano di sotto è uscita. Grande spavento ma nessun incidente.

I miei genitori erano a fare i baby sitter di E’Un Angelo a casa di mio fratello. Lui e la compagna erano appena tornati dal lavoro. Durante la scossa è successo che: mio fratello deficiente ha mollato il bimbo a mio babbo, 100 kg di settantadue anni seduto su un divano bassissimo, per andare (così dice) ad aprire la porta. Mio padre con il bimbo in braccio e senza potersi alzare si è “emozionato”, un pò come la mia trisnonna che sveniva sempre, e come a lei gli hanno dovuto dare un bicchier d’acqua. Nel frattempo mia madre non riusciva ad uscire dal bagno. Ora, io mi chiedo, possibile che anche in casi come questi si debbano distinguere per la loro cretinaggine?

“Sai, si è giustificata candida mia madre,” sono quelle cose che succedono sempre durante i terremoti”. Imbranati totali e meno male che E’Un Angelo nella sua angelica incoscienza non ha battuto ciglio.

Tanto per restare in tema di inutilità casalinghe che possono essere fatali, io trovo pessima l’abitudine di chiudersi ermeticamente in casa a doppia mandata. Diciamo che ho più paura di rimanere intrappolata in caso di terremoto o altro incidente casalingo che dei ladri. Su questo tema io e il Windsurfista abbiamo diverse discussioni e il pomeriggio di venerdì la prima cosa che gli ho detto mentre tremava il pavimento è stato: naturalmente noi siamo chiusi dentro vero?

Certo è che in questi casi è strano vedere come ognuno di noi reagisce alla paura. E comunque venerdì notte in Apuania nessuno è riuscito a chiudere occhio.

Annunci

7 pensieri su “dopo il terremoto

  1. Ed io come al solito non ho sentito nulla…
    Mi domando se vivo in una piccola patch di terra benedetta ed isolata oppure se sono insensibile…

    —Alex

    PS = chiudersi dentro mentre si è in casa lo trovo da cretini… Eppure ne conosco tantissimi!!! (e guai a cercare di spiegargli, t’infamano e ti considerano uno sprovveduto incosciente!)

  2. valeriascrive

    io ho paura a chiudere la porta della stanza di mia figlia la notte. Anzi, anche solo ad accostarla. Un tizio mi racconto’ che nel famoso terremoto del 93 la porta d’ingresso si era tutta piegata da una parte e non riusciva ad uscire di casa. Non riuscire ad andare da mia figlia mi farebbe impazzire.
    figuriamoci chiudere la porta d’ingresso a doppia mandata.
    meglio i ladri del terremoto, come dici tu.

    1. forse Valeria noi donne , proprio per via dell’istinto materno, abbiamo la percezione del pericolo differente dagli uomini, chissà. Però dato che Alex è un uomo ed è d’accordo con noi, evidentemente ci sono percezioni di pericolo diverse, a me vien sempre da pensare di sentirmi male, da sola e chi mi viene a soccorrere trova il portone blindato. Ecco mi spaventa questo più che trovarmi dei ladri in casa -da sola-!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...