le sliding doors

La mia amica BB è felicemente sposata e aspetta il secondo bambino. Anni fa siamo state colleghe di lavoro in un periodo abbastanza sfigato – in campo amoroso- della nostra vita. Si succedevano incontri surreali e avventure mirabolanti che lasciavano un vuoto memorabile non tanto nell’anima ma nella mente nel senso che non ci si capacitava di quanto fossero dementi alcuni uomini.

BB in quel periodo iniziò ad avere una storia con un super palestrato tamarrissimo, addome a tartaruga rovesciata, bicipiti scintillanti e tatuaggi nei punti giusti. Il tipico uomo di Uomini e Donne. (Se qualcuno di voi commenta acidamente perchè uscisse con un tipo così vi dico subito che all’epoca lavoravamo in un’azienda di IT piena zeppa di nerd super intelligenti qualcuno persino carino e qualcuno persino nelle mire di BB, che però, colpevole di essere in sovrappeso e poco incline alla ficalessaggine e scassacazzaggine tipica di alcune simpaticissime nostre colleghe, veniva decisamente ignorata da cotanta intelligenza – e nerdaggine aggiungo io-).

Il Tamarro pareva innamorato. Troppo innamorato. Regali, cene romantiche, fiori, parole dolci, senza parlare del sesso sfrenato. A BB però qualcosa non quadrava, aveva il sospetto che ci fosse qualcosa di strano e così una sera prese la macchina e si mise a pedinarlo. Lui non la scoprì ma lei naturalmente scoprì lui. Scoprì che stava con un’altra e che aveva due figli, nemmeno piccolissimi .

BB lo lasciò subito, si lamentò con noi amiche sostenendo che era destinata ad avere solo uomini ciccioni perchè lei era una cicciona, le dissi di no, che erano cazzate e avevo ragione. Suo marito infatti non è un ciccione, non è nemmeno un tamarro palestrato, è un ottimo padre di famiglia e pare sinceramente innamorato. Tutto è bene quello che finisce bene.

BB ieri va al supermercato e incontra il Tamarro dopo ben 5 anni. Ingrassato, con pochi capelli rimasti, senza fede al dito e due bimbi piccini per mano. Quindi secondo i nostri calcoli attualmente non è sposato ma ha 4 figli. Ed è pure imbruttito.

Capisci, mi dice, se io quella sera non avessi deciso di pedinarlo, se non avessi fatto quella cosa così stupida a quest’ora avrei potuto avere due figli da uno che nemmeno mi avrebbe sposato! E che è pure pelato!

E’ proprio vero che siamo di fronte a impercettibili attimi che ci possono cambiare la vita per sempre, come nel film sliding doors, in questo caso più che porte che si chiudono direi ruote che scivolano sull’asfalto la notte.  Oppure come ci dicevano le nostre nonne: si chiudono porte ma si spalancano portoni.

Annunci

5 pensieri su “le sliding doors

  1. laura

    Pelato, ingrassato ….beh ci sta, il tempo passa per tutti, anche per noi 🙂
    Non più la fede al dito, ma due bimbi piccoli. (progresso e regresso dei 5 anni)
    Anche dai portoni aperti escono solo “folate di vento”…. io non drammatizzerei. Sorriderei, piuttosto, agli slalom che siamo costretti a fare per galleggiare vivendo. E tra tante papere galleggianti, individuare un cigno, è quasi miraggio.

    1. anche io Zion, evidentemente anche BB ma io le diedi la mia benedizione perchè anche se tamarro dimostrava a quei beoti dal palato fine di nerd aziendali di cui eravamo circondate ( e che per inciso alla fine sono diventati compagni/mariti) che non bisogna essere Kate Moss per imbroccare 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...