la truppa pitti(resca)

E’ calata l’orda di Pitti su Firenze, il che, come ben immaginerete, a me non dispiace. Il centro è pieno zeppo di interessantissimi aperitivi negli store e gira un sacco di gente ben vestita, mal vestita, insomma vestita. Mica quei tremendi party carrozzoneschi dove sono tutti vestiti allo stesso modo e si parla sempre delle stesse cose! Ieri sera ero all’aperitivo organizzato da Hilfiger, in un mondo ideale sarei stata vestita con jeans seconda pelle, scarponcino con taccone, pellicciotto finto leopardato e fedora ma nel mio mondo reale indossavo il mio parka (per coincidenza Hilfiger ma solo coincidenza), stivale di pelle basso, jeans seconda pelle ormai rilasciato e golf a collo alto. Unico slancio di creatività la mia borsa Max Mara anni ’70 acquistata su e-bay tre mesi fa. Per il resto faccia stanca, sacchettata di carta e documenti vari e in compagnia di Faccia di Chiùlo. Ebbene sì, FdC aveva l’invito e ha pensato di chiamare me, tra l’altro molto carina, vedete io sono proprio una stronza a volte, a me mai sarebbe venuto in mente di. Quindi indossavo anche una buona dose di senso di colpa. A mia difesa va il fatto che le ho presentato gente che mai da sola avrebbe conosciuto. E che l’ho fatta bere in barba a certe sue malsane idee salutiste. Dopo poco, incredibile a dirsi, ho iniziato ad annoiarmi. Avete sentito bene: mi sono annoiata a sentir parlare di collezioni. Io capite? Qualcosa di alieno ormai si è impossessato di me, mi mancava sentir parlare di Monti, di spread, di mattarellum. Ho capito che ho bisogno di frequentare di più questi aperitivi e meno politici.

Stamattina ho incontrato la truppa Pitti che si intruppava verso la Fortezza in un percorso definito solo per loro, erano meravigliosi, colorati, barcollanti su tacchi alti e intabarrati dentro decine di pellicce multiformi ossia decine di cadaveri di animali immolati per la loro inutile vanità. Ma forse qualche pelliccia era ecologica. O almeno spero. Nel mio mondo ideale io avrei indossato un grazioso maxipull grigioperla sotto il mio cappottino di montone, un paio di stivali grigi tacco 10 che adoro e cloche nera, invece avevo un raffazzonato vestitino di lana nero su calze pesanti, i soliti stivali, l’indistruttibile parka e un cappello di lana bianco con pon pon, ero in bici non potevo fare di meglio ma mi sono sentita banale e orrenda.

Mentre ero in via Faenza mi sono ricordata perchè ero in quelle condizioni: davanti a me barcollava a stento, su tacchi improbabili, una chiattona di un metro e ottanta, con fedora enorme, lungo shearling, gonna cortissima e rossetto fuoco su labbra canotto. Dalla sua elegantissima figura partivano epiteti volgari contro le strade di questa città vecchia e trasandata e, mentre invocava a suo modo i santi del Paradiso, cercava di trascinare sulla strada, fatta di sanpietrini completamenti divelti dal 1500 circa e mai aggiustati da tutte le giunte a partire da quella dei Medici, un trolley di ultimissima generazione così ultima che con le pietre fiorentine non aveva successo. Infatti si rovesciava continuamente provocando la reazione poco signorile della signora.

Così ho pensato che, insomma, in fondo non dovevo sentirmi banale ma semmai funzionalista e che poi i miei stivali grigi sarebbero stati sprecati al carrozzone e che poi, last but not least, stamattina c’erano -3 gradi e senza le calze pesanti, il doppio calzino e la para di gomma sarei inesorabilmente morta per ipotermia.

Oltre che spalmata  a pelle di leone sui sanpietrini.

Annunci

8 pensieri su “la truppa pitti(resca)

    1. è un cappellone a falda larga anni 70, in Toscana è una pasta è vero, pensa che dalle mie parti non ci sono le fedore (dolci), l’ho scoperto qui.
      Sono dei bei cappelli comunque, io ne ho uno risalente a mia madre…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...