tradizioni di famiglia

Il 14 agosto 1992 la sorella di Ondalunga rimase bloccata nel bagno di casa con una porta che non si apriva più.  Se non fosse che i genitori erano lontani in ferie, il fabbro in ferie pure lui e il bagno a un secondo piano altissimo non ci saremmo preoccupate più di tanto. La faccenda si risolse perchè il tipo di turno pensò bene di sfondare la porta a spallate e di farla uscire. Lei era allo specchio a fumarsi una sigaretta e quando la porta venne giù con un tonfo non parve sorpresa,semmai rassegnata.

L’anno dopo i genitori di Ondalunga partirono per la consueta vacanza in moto in Sardegna e il 14 di agosto il motore della Honda si spense definitivamente. Il fratello di Ondalunga smoccolando dovette aspettare il 16 per far tornare di corsa dalla spiaggia il meccanico, far comprare un motore nuovo e spedirlo a Tempio Pausania dove nel frattempo i genitori aspettavano impazienti.

Poi ci fu l’anno dell’indigestione di tiramisù del cane e dei gatti, il 15 agosto pomeriggio, veterinario introvabile probabilmente a bersi un drink al mare. Ma ci fu pure l’anno dei ladri che la notte del 13 agosto 1999  tentarono di entrare in casa e trovarono due sorelle incazzose che liberarono subito due cagnazze altrettanto incazzose.

Quest’anno invece si sono susseguiti una serie di (per dirla alla Lemony Snickett) sfortunati eventi.

Il 12 agosto Ondalunga torna a casa dalla spiaggia, i capelli un intrico di sabbia e di sale, ma appena entra vede una catinella sul tavolo di cucina e una cascata d’acqua proveniente dal soffitto. Agitazione diffusa, nano treenne in accappatoio, genitori isterici. Rassegnata già alla doccia a “pezzi” con lavaggio di chioma nel lavandino, Ondalunga invece intuisce dove è il guaio e risolve incredibilmente il problema. (la colpa comunque è stata del nano treenne).

Ma siccome la famiglia di Ondalunga non poteva passare una settimana di ferragosto in pace, mia cognata (la mamma di E’ Un Angelo per capirsi) è stata ricoverata e operata di urgenza per dei calcoli al fegato e mio padre è stato chiamato il giorno dopo dall’OPA per concludere quell’operazione che aspettava da tempo.

Adesso in casa Ondalunga regna la totale confusione, un bebè bisognoso di cure, un fratello impazzito tra ufficio e ospedale, una moglie-nonna dai doppi turni e io , in pieno delirio da lancio della raccolta firme e con un Mister X zeppo di impegni, che vago impazzita tra Apuania e Carrozzone chiedendomi perchè ogni famiglia che si rispetti debba avere delle tradizioni e perchè la nostra, oltretutto pessima e non richiesta, debba ripetersi nel periodo più caldo dell’anno.

Annunci

2 pensieri su “tradizioni di famiglia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...