è altamente vietato lamentarsi

Sì, lo sapete ormai, sono una lamentona.

Se poi sono stanca, demotivata, e mezza malata sono ancor più lamentona.

Ho iniziato l’anno sgobbando come non mai, con punte di resistenza allo sclero che mi rendono orgogliosa di me. Ma sono stanca, non ho più tempo di fare niente, o meglio in teoria potrei anche averlo ma a causa dell’odiosa tendenza a piegarsi agli schiavismi altrui sto dando tutta la mia giornata al lavoro.

Quindi, oltre a stancarmi enormemente, non ho davvero più tempo per fare cose elementari come la spesa.

Non sono nemmeno andata per negozi e avrei davvero bisogno di fare shopping, e non solo compulsivo. Ho finito completamente tè e tisane, libri, persino i collant.

Mi sono ritrovata alle 8 e mezza di venerdì dal parrucchiere, in coma profondo con una frangia sugli occhi e la necessità di spuntarmi i capelli e considerato che io vado dal parrucchiere una volta ogni 3 mesi  (frangia a parte) me lo meritavo. Vorrei capire come farò quando avrò da tingermi i capelli bianchi, che prima o poi arriveranno vista la mia età.

Insomma il parrucchiere mi ha chiesto come era iniziato l’anno ed io ho avuto l’ardire di rispondere- lavorando troppo-.

E lui subito mi ha detto di abbassare la voce perchè con tutti quelli che sono in giro senza lavoro è davvero brutto lamentarsi per il troppo lavoro.

E’ vero. Lo so. Non gli posso dare torto. Lo so lo so lo so lo so. Mi sento tutti i giorni in condizione privilegiata perchè sgobbo precaria e con stipendio ridicolo, serva delle mie ambizioni e di prospettive future, però, però scusate. Sono stanca, mi fa male la schiena, e sono certa che se fossimo di più a lavorare per meno ore l’intero sistema socio-economico se ne gioverebbe.

Invece no. Lo schiavismo e il ricatto imperano.

Così, mentre facevano la piega ai miei drittissimi capelli ho pensato ma sì, non lamentiamoci domani vado a fare tutti i miei giri.

Ma l’indomani ero a pezzi, bianca come un cadavere, e a parte incontrare un paio d’ore un’amica non sono riuscita a fare altro.

Oggi lo sciopero dei treni e una pioggia noiosissima non mi invogliano a muovermi verso Firenze.

Domani pomeriggio giuro che alle 17.00 me ne vado.

Non posso ridurmi a bere il tè in bustina e a girare con dei collant sfilati. Non me lo merito.

Annunci

5 pensieri su “è altamente vietato lamentarsi

  1. infatti, bisogna mettere dei paletti ogni tanto. Anche più di ogni tanto! Il tuo lavoro lo fai, e se in coscienza è così, prenditi il tuo tempo per te stessa & family. Non vivi per lavorare, casomai è il contrario.

    ps comunque ti capisco 😥

  2. Sono d’accordo con Charlie68g, ma guarda te se uno non può essere sicero nella vita! E’ chiaro, nessuno sottovaluta il problema disastrante della disoccupazione, che in questo periodo causa suicidi oltre che povertà, ma è un altro discorso, su un piano diverso.
    LaStancaSylvie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...