potevo rimanere a dormire e invece

C’ero anche io nel delirio che ieri ha investito Firenze.

Ero in mezzo alle migliaia di disgraziati abbandonati sui binari di Santa Maria Novella, senza treni perchè si erano ghiacciati i binari.

Capite? I binari si erano ghiacciati. Ma la transiberiana come fa?

Ora, per nevicare è nevicato. Velocemente, tanto che sono scappata alle 13 dall’ufficio, incalzata dalle telefonate del Windsurfista che mi diceva di abbandonare il Baraccone prima di rimanerci bloccata dentro. Ho probabilmente preso l’ultimo bus mentre la strada si riempiva di neve , il quale, poveretto, a 2 all’ora mi ha portato alla stazione.

Lì il caos.

Ci ho messo 5 ore per tornare al Sobborghino. 5 ore di neve continua tra l’altro. Alla fine in un vagone strapieno a ridere delle nostre disgrazie, noi pendolari abbiamo persino trovato la forza di scherzare. Perché c’era qualcosa di davvero surreale. Davvero surreale. Questo trenino lento, pieno di gente, stanca e infreddolita e poi accaldata, con la pipì impellente, senza acqua, ha attraversato periferie e campagne sotto una neve copiosa e incessante. Le persone scendevano alle stazioncine e affondavano nella neve e tutti insieme in fila si avviavano verso la loro seconda parte del viaggio, verso altri paesi, in che modo non si sa. So che qualcuno si è fatto dieci chilometri sotto la neve. Io molto più fortunata sono scesa in un Sobborghino che sembrava un paesino delle fiabe, ma avevo solo una decina di minuti da godermi sotto la neve per riprendermi dal viaggio allucinante del pomeriggio. 5 ore son tanta roba. 5 ore tra sali ,scendi, corse da un binario all’altro e poi fermi dentro treni immobili.

Il Windsurfista ha avuto il colpo di genio di non entrare sulla FI-PI-LI, che era già in condizioni pessime, ma di fermarsi a Lastra a Signa. Poi, dopo aver capito che non sarebbe passato mai un treno, ha montato le catene ( lui ce le aveva sì, il resto del mondo no!) e ha preso le colline.

Tutto sommato siamo stati abbastanza fortunati, ma il nostro commento è stato questo: dovevamo rimanere a letto stamattina tanto ancora una volta questo dannatissimo paese ha dimostrato di non meritare il nostro impegno.

La prossima volta, alla prima previsione meteo  leggermente sospetta, ci prepareremo con piumone, dvd e biscottini.

Altro che catene da neve.

Intanto il mio pensiero va ad amici e colleghi:

Annunci

6 pensieri su “potevo rimanere a dormire e invece

  1. Non me lo dire…
    Anche io ieri mattina ero sul punto di non andare al lavoro, poi, visto che non nevicava (ancora) mi sono detto: beh, tanto i treni andranno lo stesso…

    SBAGLIATO!

    Da Firenze Castello a Prato Centrale ci ho messo 6 ore nette.
    Certo, sempre più fortunati dei disgraziati del treno precedente che sono rimasti bloccati in aperta campagna coni treno guasto e quindi al freddo ed al buio.

    Il mio era fermo in stazione ed almeno era caldo.

    Bah!

    —Alex

  2. Eccomi: anch’io ero tra i pendolari bloccati sui treni. Sono caduti 28 cm di neve, tra l’altro ampiamente annunciati, e i trasporti tutti sono andati in tilt. Quando sono arrivata in stazione e ho visto che il ritardo MINIMO riportato sui tabelloni era 240 minuti non sapevo se ridere o piangere… oltretutto i treni in direzione Liguria sotto la voce “rit” riportavano un poco rassicurante “IND”… e arrivata a casa manco un fiocco di neve miserello: 3 km di raggio in cui pive sempre e soltanto… manco la soddisfazione del clima natalizio!

  3. Non ero sul treno ma in macchina: se vi consola a Roma con due fiocchetti si è bloccato tutto. Hanno chiuso parecchie strade e io sono riuscita a tornare a casa solo a mezzanotte e mezza, quando si erano finalmente sciolte dopo ore e ore le code che si erano formate in mezza città. Un disastro!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...