domeniche di famiglia

Come si evince dai numerosi post sulla questione non è che io e il Windsurfista amiamo molto le riunioni di famiglia.  Mica per cattiveria, ma i fine settimana liberi per noi sono un lusso e preferiamo passarcelo insieme in giro o vedendo gli amici. Ma ci siamo prefissati il limite delle due visite all’anno, ossia una famiglia alla volta per uno a casa da noi nel Sobborghino. Dato che il Sobborghino risulta essere lontano da ambedue le famiglie, il limite prefissato di una visita all’anno sembra addirittura largo ai disgraziati genitori dei poveri derelitti Ondalunga e Windsurfista. Iinsomma siamo stati bidonati spesso a causa del cane dei miei, del ghiaccio sulla strada, del troppo caldo, della misura di casa nostra ( questa simpatica frecciata arriva diretta da mio padre il quale invece di aiutarci a risolvere il problema si diverte a prenderci per il culo).

Ad ogni modo domenica pioveva e sono arrivati. Con la mia ingombrante cugina al seguito. Io voglio bene a mia cugina ma a volte è ingombrante. In tutti i sensi. Di un’invadenza spaventosa. E’ finita che lei e mia madre hanno spentolato tutta la mattina. Avevano portato vettovaglie e vino per un esercito. Devono avere la percezione che io e lui si sia una di quelle coppie che non fa mai niente in casa, che non mangia altro che surgelati. Non mi spiego altrimenti la ragione per cui mi abbiano portato: 3 bottiglie di olio di Forsdinovo (ben accetto peraltro), due cassette di cachi del giardino, 8 bottiglie di chianti, un’arista intera, della carne al sugo e  una teglia di castagnaccio.

Poi mia madre aveva preparato: una pentola di ragù, una faraona in casseruola e una crostata alle pere. Mia cugina ha cucinato le patate arrosto.

Il risultato è stato che io e il Windsurfista abbiamo digerito il giorno dopo. L’ingombrante cugina oltre ad aver messo litri d’olio nelle patate (poi uno si chiede perché ingrassa e gli altri no), si è sparata due fette di crostata di dimensioni gigantesche. Ha decisamente un problema. Mi dispiace poverina ma qualcuno deve dirglielo.

Mi hanno rintronato con le loro chiacchiere per tutto il pomeriggio e quando sono partiti eravamo stanchissimi. Siccome evidentemente non sono la sola al mondo a digerire male le domeniche con i genitori, mi sono arrivati sms di solidarietà da mia sorella e da una delle mie migliori amiche.

Lunedì mi sono trovata un frigo e un surgelatore pieno, svariate bottiglie sul terrazzo ma soprattutto in testa la maledetta domanda:

cosa fate per Natale?

Annunci

5 pensieri su “domeniche di famiglia

  1. questa insidiosa domanda nasconde litigi e musi lunghi appena dietro l’angolo.
    Io per non scontentare nessuno lo farei, al posto tuo, a casa vostra. Da soli. Staccando il telefono.
    🙂 hi hi hi

  2. dancin' fool

    eheh
    ti capisco bene, ma io avrei anche altre questioni da tirare fuori a riguardo… ma non riesco nepp a trovare una maniera comica per descriverle, quindi….
    nada.

  3. ti invidio solo per le 8 bottiglie di chianti..!:)
    riguardo al natale..per evitare problemi di “collera” io e il mio compagno abbiamo deciso di dividerci.lui resta ed io vado al sud, il tempo di 3 giorni di abbuffate e poi ritorno..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...