idraulici e suocere

Sopportare i parenti è dura. Tra me e il Windsurfista non esistono particolari frizioni riguardo le nostre famiglie, entrambi siamo felici di vivere lontano dai rispettivi genitori  ed entrambi cerchiamo di evitare contatti con loro  durante i fine settimana quando abbiamo di meglio da fare che reggere 4 pensionati lamentosi.  No, non ci piacciono i pranzi della domenica. Lo facciamo per dovere altrimenti passeremmo da figli stronzi ma vi assicuro che reggere dei genitori che, nel mio caso, ti ricordano la tua fallimentare situazione di vita perché non hai una sfavillante carriera di moglie e madre, nel suo caso invece  lamenti e litanìe sulla pericolosità del windsurf e sul mio lavoro non indeterminato, ecco preferiamo starcene a casa nostra. Da soli. Con qualche amico magari.

Solo che a volte succedono delle disgrazie come la foratura di un tubo dell’acqua. E quindi dato che da solo il figlio non è in grado di gestire i rapporti con un idraulico, ecco che arriva mammina.

Trovo terribile e osceno che i genitori mettano il naso nei problemi di gestione casa dei figli con la scusa che “noi conosciamo uno da tanti anni te lo fa per favore almeno così risparmi“.

E tu OGNI VOLTA CI CASCHI. Ci sei cascato nel momento in cui al telefono hai detto a tua madre che hai forato un tubo e hai pagato un idraulico. Perché mai non dovresti credere che i tuoi rintronatissimi pensionati settantenni non siano in grado di trovarti la soluzione migliore per aggiustare un tubo rotto?

Questa soluzione di risparmio si è tradotta in una domenica buttata.

Alle 14.30 mentre io in tuta sparecchiavo il nostro intimissimo pranzo domenicale sono arrivati nel numero di 4 pensionati con due macchine, una valigetta, svariate cibarie, un paio di pantaloni miei con l’orlo rifatto, e tanta ma tanta voglia di chiacchierare.

La mia suocera assieme a una vecchia corpulenta ornata di perle (la moglie dell’idraulico)  si è posizionata in zona mia, il Windsurfista con idraulico e marito di suocera  in garage. Ore disperate di chiacchiericcio inutile e di domande inopportune.  Offro la mia mousse al cioccolato,che ha successo e le due donne si complimentano e la signora Wanda (quella con le perle) mi dice ridacchiando che ha il diabete e non potrebbe mangiarla. Pure.

Alla fine della fiera l’omino, l’amico, il favorista si è intascato 40 euro al nero.  E hanno pure avuto tutti il coraggio di dire che il Windsurfista invece di darsi alla scienza geek poteva fare l’idraulico e avrebbe avuto più fortuna.

Quando si dice la simpatia.

Non fraintendetemi, io vado d’accordo con la mia suocera. Non è nemmeno invadente, lo è nei limiti in cui lo sono tutti i genitori inderogabilmente. Si sopportano e pace. Solo che tutte le volte che se ne vanno  i rispettivi genitori ti senti stanco, confuso, allibito e guardi il tuo partner con amore e lui guarda te e si scusa e ti ringrazia per la pazienza lo stoicismo. E in silenzio giurate e spergiurate di non ricascarci la prossima volta che avrete bisogno di un professionista. Che farete da soli, con  internet, con uno sconosciuto che rimane solo il tempo necessario per aggiustare un tubo, che vi rilascerà la fattura e che non avrà una moglie a cui servire il dessert mentre fuori splende il sole e le altre coppie vagano spensierate in bicicletta.

Annunci

2 pensieri su “idraulici e suocere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...