La visita del ministro

Il mio programmino per oggi era scarno, essenziale e vincente:

giornata di ferie,  alle ore 11 la ceretta propiziatoria pre-fine settimana,  poi pranzo leggero, preparazione della valigia e partenza in quel dei dintorni della Verislia per mare, cena di pesce e dopocena con gli amici.

Invece ci ha pensato lui, l’onorevole, a cambiare i programmi decidendo di passare a visitare il Baraccone alle 14.00 , confabulare con il Nano Dittatore e ripartire alle 15.00 per Roma.

Così mi hanno obbligato a venire in ufficio. Con un vestito adatto naturalmente.

Il che si è tradotto in parole povere in preparazione della valigia alle ore 9,00; sistemazione veloce della casa; ceretta di corsa;  e infine, con tacco alto e pantalone nero: treno, autobus e trolley al seguito.

Al Baraccone, una volta arrivata, mi hanno malamente intimato di nascondere la valigia, di sparire  e di non uscire mentre l’Onorevole passeggiava in giardino con il suo seguito di guardie del corpo, veri nani e autentiche ballerine.

Ho scoperto che c’era un party con pochi eletti, a base di pasticcini e champagne e che una parte dei funzionari doveva stare  nella propria postazione mentre l’altra parte gozzovogliava in sala comitato. Che noi cococo dovevamo non dare nell’occhio, che dovevamo sparire, preferibilmente autodistruggerci senza troppo spargimento di sangue.

Come ogni pagliacciata ministeriale c’era la solita borsista tonta al pc per i power point di presentazione. Questa è stata così tonta da presentarsi in jeans e scarpe da ginnastica mandando su tutte le furie il nano che si aspettava per lo meno un sobro tallieur da stagista. Io intanto mi sono divertita a fare la prova del tacco. Tale prova consiste in questo: ci sono un gruppo di maschi incravattati a parlare di cose importantissime e tu arrivi alle loro spalle taccheggiando, diciamo a circa 10 metri di distanza. E’ ormai scientificamente provato che al suono del tacco ( si badi bene tacco di almeno 10 cm ) si gireranno tutti per vedere come sei e, se passi  la prova, continuano a rimanere girati finchè tu non svolti l’angolo sparendo dalla loro vista. Ho fatto questo giochino ben tre volte e quel gruppo di babbei ha continuato imperterrito a smettere di discutere dei destini del mondo per vedere se c’era della gnocca in giro.

Patetico.

Sto aspettando che l’Onorevole e il carrozzone escano da qui per correre alla stazione con la mia valigia. Perchè fra gli altri divieti c’è pure quello di girare con la valigia dato che, a causa del terrorismo, la polizia potrebbe fare una perquisizione. Solo che se fossi un terrorista io non cercherei di uscire da qui con una valigia piena di esplosivo, ma semmai di entrarci.

Ma si sa, queste sono sottigliezze e qua dentro, ricordatevelo bene tutti, tra una coppa di champagne  e una pizzetta si deve decidere come raggiungere il millenium goal.

Annunci

10 pensieri su “La visita del ministro

  1. Adblues

    Beh che dire, buon fine settimana!

    —Alex

    Ps= direi che più che il suono dei tacchi mi attira quello che ci potrebbe stare sopra. Insomma, ammetto che mi girerei anche io.

  2. Stx

    .. Bella la prova del tacco. Son convinto funzioni alla grande. Mi spiace solo che siate stati al gioco: fingere che il baraccone sia fatto da stagisti vestiti bene e cococo col tacco tutti i giorni, accrescerà’ moltissimo la’autostima della ‘casta’: convinta di star facendo un buon lavoro, visto il benessere diffuso nel paese.. La prossima volta tutti in mutande, mi raccomando (secondo me funzionano anche di più del tacco 🙂 )

  3. ondalunga

    @stx: uno pensa sempre di dover fare bella figura, ma non ti preoccupare che la prossima visita del ministro sarà in un palazzo vuoto e al posto di stagiste in mutande si troveranno sindacalisti nerboruti armati di spranga!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...