per iniziare un bel re/ri

Il 2010 per me non avrà una parola chiave bensì un prefisso:re/ri.
Ri-utilizzo, ri-ciclo, re-distribuzione, tanto per citare parole che con quel prefisso acquisiscono un significato profondo e, a mio avviso, molto interessante.
E’ un cammino che sto intraprendendo da un pò di tempo. Premetto subito che non ho cambiato radicalmente il mio stile di vita, ma cerco di compiere dei piccoli passi verso uno stile di vita volto a diminuire i mei consumi e a rivalutare i valori della mia esistanza.
Rivalutare, rivedere.
Non ho ancora deciso se è facile oppure difficile.
Il difficile è convincersi di non aver bisogno di tutte le cose che cercano di venderci.
Io non sono una che compra molte cose. Non mi piace la paccottiglia, non mi piace riempirmi la casa di roba inutile. Però è dura convincersi di non aver bisogno di quella tal crema per la faccia, delle fiale drenanti e di un nuovo cappottino.
Quindi il difficile è convincersi che certi bisogni che abbiamo sono indotti.
Riciclare mi piace. Riutilizzare il guardaroba di mamma pure. Rivisitare la moda anche. Riscoprire vecchi sapori poi è la mia passione. Inoltre sto continuando a non possedere un’auto con tutti i limiti che questa scelta porta con sè, ma anche con il vantaggio di camminare molto, di utilizzare il mio tempo in modo più consono alle mie reali esigenze e di leggere durante i viaggi in treno.
Il percorso è ancora lungo, lo so, ma sono convinta che sia l’unico modo per poter sperare di avere un futuro.
Intanto cominciamo con la ri-collocazione di questo blog: aveva bisogno di una rinfrescatina e di una certa evoluzione tecnologia.
Poi consiglio di leggersi qualche libro sulla decrescita, tipo quello di Serge Latouche.
Infine cercherò di aggiornarvi sull’andamento dei miei propositi, nella speranza che siate indulgenti sui soliti peccatucci veniali.

Annunci

4 pensieri su “per iniziare un bel re/ri

  1. Benvenuta sulla piattaforma WordPress!

    Pare che ci sia in atto una fuga di massa da kataweb… 😉

    Comunque posso sbilanciarmi in un “ben fatto!”

    Per l’argomento del post: sono anche io consapevole della stupidità di un o stile consumista estremo però debbo dire che le teorie sulla “decrescita” non le condivido affatto (magari leggo quel libro pure io appena ho un po’ di tempo).
    Più che descrescere bisognerebbe ripensare i nostri processi, incluso quelli che portano una piccolissima parte della popolazione mondiale a consumare gran parte delle risorse lasciando agli altri le briciole.
    In più, se vogliamo ripensare i nostri processi questo avrà necessariamente un costo, costo che i paesi in via di sviluppo quasi certamente non potranno permettersi; come paesi ricchi credo che abbiamo un debito verso di loro, debito che potrebbe essere ripagato magari fornendo loro le risorse necessarie a mettere in atto questi “ripensamenti”…

    —Alex

  2. francesca70

    il discorso è lungo.
    Io vorrei partire da un consumo consapevole individuale e sono d’accordo che ciò avrebbe un costo per i paesi del sud del mondo. Solo che loro per ora dal nostro sviluppo non hanno guadagnato molto. Sono d’accordo con te sul ri-pensamento dei nostri processi ( vedi il prefisso ri ri-torna). E’ su questo che vorrei scommettere.

  3. valeaparigi

    Si, vero, il discorso è lungo e non facile, ma da qualche parte bisogna pur cominciare ed evitare gli sprechi e le spese inutili può essere un inizio neanche troppo faticoso. Io, da un mese a questa parte, ci ho messo l’idea del “laboratorio delle tre erre”, ma anche molta attenzione in più per le spese: sono riuscita a risparmiare riutilizzando e ricreando, con grande soddisfazione sia del portafoglio che quella derivante dall’aver fatto qualcosa di creativo ed utile al tempo stesso.
    Quindi il tuo post mi strapiace!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...