Normali incertezze

Urge risistemazione della mia esistenza lavorativa.

Ristrutturazione delle 8 ore passate in un ufficio.

Gradirei, non tanto il riconoscimento glorioso di cui ho pieni i cassetti e le scatole, ma uno più materiale. Diciamo di surplus da spendere e spandere in beni non durevoli. Tipo il paio di stivali del negozio qua vicino, altrimenti inavvicinabili.

Ma a parte il riconoscimento monetario, quello professionale, quello umano, insomma a parte un qualsiasi tipo di riconoscimento ( a questo punto chissenefrega) gradirei sapere se:

  • nel 2010 ci sarò
  • nel 2010 ci sarete voi
  • se ci siamo, in che modo però

Non potete continuare a farci vivere con questa insostenibile incertezza dell’esserci. Non basta che Giacobbo mi tranquillizzi dicendomi che nel 2012 non ci sarà più nessuno. E che tanto vale.

Anche perché potrebbe essere l’ennesima presa di chiùlo per tranquillizzare orde di precari e disoccupati in fermentazione.

Ieri sera ero così nevrotica che ho impastato e infornato un chilo di pane briosciato. Smadonnando nel frattempo contro i nani bastardi di questo mondo sebbene pure io sia un puffo. E rendendo ammutolito per il terrore il Windsurfista, reduce da una giornata in mare, giornata scalata dai suoi 2 mesi di ferie accumulate.

Ma vi paiono cose normali?

A me non sembra normale.

A me tutto questo non sembra normale.

Ma forse sono io che sono pazza.

Annunci

3 pensieri su “Normali incertezze

  1. Allora sono pazza anch’io, cara Fra, e naturalmente precaria. Della serie che non so se ci sarò dopo le vacanze di Natale, figurati se già mi preoccupo per il 2012! Non sono cose normali, sono cose inaccettabili, che fanno vivere male, che fanno stare in ansia e di cattivo umore per forza, pure se non vuoi. Vedila così: almeno quando sei incazzata ti viene bene il pane briosciato, mentre il mio nervosismo ieri sera ha prodotto una cena pessima: al pollo gli mancava solo la parola. E ho detto tutto.
    1abbraccione, Vale

  2. Bah, sebbene non sia un precario (e mi senta un po’ in colpa per questo) devo dire che mi riconosco pure io nelle incertezze e negli stati d’animo che descrivi.

    Ma forse sono pazzo pure io.

    —Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...