L’ospite atteso (o quasi)

Era chiaro che doveva succedere prima o poi.

Data la mia gattitudine e data la mia disponibilità ad aiutare gli amici, era chiaro che prima o poi un gatto doveva entrare nella dimora del Windsurfista. Dimora altresì interdetta a bambini e altro materiale dannoso per la casa.

Praticamente imposto dalla sottoscritta, la porta si è aperta per ospitare per una settimana una gatta di nome Olivia. La gatta in questione conosce bene Ondalunga ecco il perchè  della scelta. Chi non è estraneo al mondo felino sa quanto i gatti si stressino a cambiare ambiente e abbiano bisogno di avere accanto persone conosciute.

Ondalunga è nata e cresciuta in mezzo a gatti di ogni specie, taglia e colore e quindi non ha difficoltà ad adattarsi alla presenza di Olivia.

Il Windsurfista ne ha un pò di più.

Lui non ha mai avuto gatti, non li conosce, ha un’idea dei gatti che più lontana dalla realtà non si può.

Ma per amore questo e altro.

Olivia, con tutte le sue paranoie da stress, è quindi entrata in casa ed è stato un vero terremoto. Inannzitutto le prime due notti sono state un tormento, con dei “mao maoooooooo” strazianti verso il soffitto a chiamare il suo padrone assente. E il Windsurfista ha cominciato a sbuffare, che lui una settimana senza dormire non poteva, e come si fa, è un problema, che animale rompipalle. Poi la dolce gattina ha cominciato a tranquillizzarsi e a prendere possesso della sua temporanea dimora. Naturalmente una volta capito che non sarebbe stata cacciata dal talamo nuziale (“devi capire, se trova la porta chiusa e si sente sola è peggio” “ma non possiamo dormire con un gatto!” ” che noia vuoi che ti dia?” “ma è un animale, perde pelo e poi puzza” ” stiamo ancora parlando del gatto o di te?”), Olivia ha passato le sue notti a dormire ai nostri piedi scatenando nel Windsurfista un certo nervosismo.

Nel senso che lui la sentiva ronfare e fare la calzetta e ciò disturbava il suo sonno. Non solo ma la vigliacca tentava in tutti i modi di andargli a dormire sulla schiena. Povero Windsurfista! Oltre tutto io non mi rendevo conto di niente perchè quando dormo, dormo davvero.

Ma per amore questo e altro.

Altro per fortuna non c’è stato, malgrado i suoi infondati timori di graffiature sui mobili e poltrone (“ma quali graffi! quella gatta è un totem decorativo per dirla alla Muriel Barbery, e quanto al divano magari lo distruggesse : fa veramente schifo”). Dopo un paio di giorni ho trovato il Windsurfista a leggere con la gatta che dormiva sulle sue ginocchia. Non solo, ma Olivia è riuscita a ritrovare il mio reggiseno perduto, chissà come e chissà dove. Misteri felini.

Insomma ora che è tornata a casa sua un pò mi manca. Mi faceva un sacco di feste ed era morbida e affettuosa. Inoltre studiare il comportamento del Windsurfista a contatto con un animale devo dire è stato parecchio interessante. Certe sere entrambi facevano dei salti, terrorizzati, nell’incontrarsi in una stanza al buio o se si sedevano nello stesso momento sul divano. Oppure notare come la gatta volesse entrare nell’armadio del Windsurfista e solo nel suo. Un vero spasso.

Comunque ora che il ciclone è passato mi rendo conto che non abbiamo una casa per felini, troppo piccola e questo mi dispiace.  Il Windsurfista non sembra dispiaciuto. Ma sotto sotto sono sicura che un pò di coccole gattesche mancheranno anche a lui.

Annunci

4 pensieri su “L’ospite atteso (o quasi)

  1. dancin' fool

    … ha il nome della mia mademoiselle :))

    concordo sulle dinamiche “maschio di casa”/animali da compagnia (mio padre ha sempre fatto lo stesso con i nostri cani… non li ha mai “voluti”, ma poi… ci perde le bave dietro, naturalmente cercando di non farsi “accorgere” 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...