Seriale da serie

E’ definitivo: sono schiava delle serie tv.

Americane per lo più, al limite qualcosa di europeo in passato, poche o nulle quelli italiane ( la maggior parte fa davvero schifo).Ma quelle americane possiedono qualcosa di magnetico, nel senso che magnetizzano i pochi neuroni rimasti sani dopo una giornata di duro lavoro.

Le serie tv americane sono molto utili perché consentono non solo ai miei neuroni di riposarsi, ma al resto del corpo di fare cose che sennò non farebbe. Tipo stirare. O preparare la torta di spinaci e il ciambellone per il Windsurfista. Di mettermi la maschera idratante in faccia e stare 15 minuti immobile. Di farmi la manicure e mettermi il rouge noir senza dover fare niente di pericoloso per i 30 minuti seguenti.

La mia passione per le serie tv nasce molti anni fa con “Le Isole Perdute”, serie australiana avventurosa, che mi ipnotizzò e costrinse i miei genitori a posizionarmi davanti al televisore, in bianco e nero, per tutto l’inverno 1976.

Alcune mi costringono ad un’attenta visione e quindi sono dedicate strettamente ad attività come per esempio i “fanghi di Guam”, altre possono essere anche solo ascoltate e rendere perciò possibili operazioni più complicate (vedi dolci e pulizie domestiche). Ah adesso sento già i borbottii degli intellettualoidi  che mi consigliano di leggere un buon libro o di dedicarmi a hobbies più sani.

E’ solo che, dalle 21 in poi, il cervello mi si spenge. Arresto di sistema.

Il pericolo è che in alcuni periodi dell’anno la settimana è scandagliata da serie tv e lì veramente ti rendi conto se stai entrando nel patologico: Domenica Dott. House oppure Criminal Minds- Lunedì niente- Martedì Senza Traccia- Mercoledì niente- Giovedì Medium-Venerdì ER -Sabato Cold Case. Il patologico lo evinci dal fatto che il sabato non esci per guardarti Cold Case ( anche perché diluvia ma lasciamo perdere) e che utilizzi i giorni senza serie tv per organizzare cose più intelligenti.  Il patologico lo evinci anche dal tuo stato d’animo prostrato nello scoprire che sai come andranno a finire le prossime 4 puntate di Medium perché le hai già viste negli Stati Uniti e te ne accorgi lentamente mentre la puntata si slega e tu non capisci se sei diventata medium per contagio o ormai hai per sempre il cervello in polvere.

L’unica salvezza sarebbero alternative interessanti, che so cinema low cost – o che al limite offrano dei film interessanti-, un viaggetto, amici che escono dalla tana e decidono di incontrarsi con te. Nulla di tutto questo, semmai noiosi dibattiti politici ormai agonizzanti. Incontri in sezione dove un gruppo di rimbambiti cerca di rendermi folle. Una città sempre più noiosa che offre sempre meno e quello che offre è sempre a prezzo di ore per cercare un parcheggio e chilometri a piedi nel freddo e nel buio.

Ma in realtà sono solo alibi. Perché è così, sono schiava della fiction americana e non ci posso fare niente.

P.S. Se pensate che io sia analfabeta vi annuncio che prima di spengere la luce leggo sempre ovunque e comunque almeno 10 pagine di un buon libro (su questo argomento rimando a nuovo post).

Annunci

74 pensieri su “Seriale da serie

  1. dancin' fool

    mi piace il finale 😉

    e in effetti io sono nervosa anche perchè è un po’ di tempo che riesco a leggere poco (secondo i miei standard) e questo sì che mi “deprime”.

    ciao ciao

  2. Donna allo specchio

    io invece sono nervosa perchè con questo tempo posso fare poco sport e questo si che mi deprime.

    Per le serie TV ed il cervello che si spegne dopo le 21, mi rassicuri non sono la sola

  3. Ma no! Non posso pensare male di te; anche perchè pure io quella poca TV che guardo (di solito registrata, grazie Dreambox!) è costituita dalle serie TV americane.
    Quello che guardo io, più o meno regolarmente:
    – House MD
    – i vari CSI (preferisco la serie originale di Las Vegas e NY, Orazio di Miami mi stà cordialmente sulle balle…)
    – Scrubs

    Perchè queste serie affascinano? Semplicemente perchè sono fatte bene, senza badare a spese e da bravi sceneggiatori. Mica le nostre “fiction” che sembrano scritte da bimbi delle elementari e recitate da scimmie ammaestrate (male)!

    —Alex

  4. @angelo: beh in effetti la maggior parte delle fiction sono a base di omicidi e sesso. A parte Scrubs (sesso e moltissima ironia), i Simpson che sono un cartoon, il tedesco Kebab a colazione ( zero omicidi e molto sesso però).
    Se dessero di nuovo il mitico sceneggiato anni 70 “L’isola del Tesoro” forse lo preferirei agli squartamenti. Aspetto fiduciosa alternative.
    @Maury: Certamente se mi invitano a una cena preferisco uscire, è che purtroppo non mi invitano mai 😉
    @ADBlues: ultimamente registro molto pure io perchè finisco per addormentarmi prima (questo sì che è triste, ma che ci posso fare?)

  5. Giò

    Tanto per fare un confronto: in una puntata di E.R. la defibrillazione in caso di arresto cardiaco viene svolta nei modi e nei tempi previsti e necessari(pochi secondi); nella puntata di ieri(17/02/2009) di “CentoVetrine” la stessa operazione si é svolta come se si trattasse di prendere un caffè con le amiche al bar.
    (Ma forse solo perché il tipo -in odore di corna- DOVEVA morire perchè se no veniva scoperto e castigato dalla mogliettina).
    Vallo a chiedere ai registi…

  6. quarzia

    Ma scusa, il mercoledì c’è CSI e the closer! (che se non hai mai visto ti consiglio). Si questi telefilm ci intossicano.
    ADBlues: a me Orazio di Miami non sta cordialmente sulle balle, quando inizia a guardare di sguincio (il 90% delle inquadrature) lo prenderei a sberle fino a che non mi fanno male le mani. Eppure ho visto la prima puntata in cui appariva e non era così… come dire… “Io so tutto. E non mi freghi”

  7. cerino

    non è grave, a me sono servite per uscire da un periodo tristissimo, criminal minds, ncis, ora trovo più divertente csi, csi.n.y. (odio orazio)!!senza traccia. Per anni ho guardato e,r.
    Anche io leggo sempre bei libri prima di dormire ( peter cameron tra le ultime passioni). Gli italiani? Splendido romanzo criminale la serie, ma ho seguito anche La squadra, nonostante sia italiana si salva su alcune cose, Coliandro altalenante: il fattoè che i film o li ho visti o preferisco andare al cine. E’ Stasera csi di tarantino?

  8. Paola

    mi sa che sono anche io malata patologica di fiction.. la domenica registro Criminal Minds e mi guardo House, così lunedì nn resto senza..
    ma va bene così.. aspettando la nuova serie di NUMBERS (che dovranno prima o poi farla no?) e sapere che succederà al dottor Stranamore di Greys Anatomy.. ma si può?
    cmq sono veramente utili x prendersi cura di noi stesse, io mi faccio le unghie sul divano mentre li guardo.. che tanto poi devo rimanere immobile se no addio decorazioni.. in cucina nn ho messo la tv di proposito.. altrimenti rischio di bruciare l’arrosto.. ma tanto cuoce da solo 30 minuti x lato x cui, sveglietta alla mano, posso tornare in salotto ^__^!
    cmq anche io amo leggere libri e soprattutto viaggiare.. sarà per questo che ho 2 videoregistratori in casa? mah!! ai posteri l’ardua sentenza!
    ciao a tutti

  9. amelie

    da quando l’adsl è entrata nella mia casa la mia vita è cambiata!!!io sono telefilm dipendente….e oggi non vedo l’ora di tornare a casa per vedere almeno una puntata delle casalinghe disperate…..o anche due….massimo tre!!!!

  10. Catullo

    La sceneggiatura di Dottor House è tanto “intellettuale” da costringermi a guardarlo solo in registrata. Alzi la mano il MENSA che capisce tutto subito.

  11. Meglio le serie tv americane che reality show! 100 volte meglio!
    io adoro i CSI, Cold Case, Desperate Housewives. Putroppo non ho molto tempo x seguirle perchè dopo lavoro vado al college, ma quando capita le guardo tutte! E anche io leggo prima di dormire! 🙂 non sei schiava delle serie, è che dopo una giornata di lavoro il cervello ha bisogno di staccare e questi programmi aiutano a rilassarsi! almeno così succede a me! 🙂 buon proseguimento!

  12. B&S

    anche io sono una schiava delle serie americane. Nell’ estremo dei casi in un periodo mi è capitato di seguire 2 fiction il pomeriggio e una la sera, a volte anche 2. Per fortuna esiste MySky, non saprei come fare senza quello.. Comunque io il Lunedì vedo Grey’s Anatomy e Private Practise
    il Martedì vedo Ugly Betty e Dexter
    Il Mercoledì vedo Desperate HouseWife e Brothers & Sister
    il Giovedì vedo Greek – La Confraternita
    Ovviamente appena inizierà LOST vedro anche quella.. A dire la verità me le vedo tutto, anche Dirty Sexy Money, e appena quella nuova il 5 marzo, vedrò anche quella.. Ho solo 16 anni, e durante la sett nn posso uscire, sennò nnn starei a vedere tutte qst cose.. Le registrerei e basta!

  13. Pichella

    Ciao a tutti, anch’io sono telefilm dipendente, le registro tutte quando ce ne sono 2 nello stesso giorno…oppure semplicemente perché mi addormento prima, ma Distretto di polizia, RIS e Life dove li lasciate??
    Life è stupendo. io sto aspettando la seconda serie!!
    e anche la sesta di NCIS!!!!
    Mitico Gibbs!

  14. Frank

    Ciao a tutti.
    questo post, sa un pò di gruppi di autocoscienza dove si fa outing di una dipendenza. eheh. Adesso è il mio turno.
    Sono un SerieTV dipendente, ma in un modo diverso da quello fin qui descritto….forse è anche peggio. 🙂

    Non ho la tv, ma cerco cmq le serie televisive su internet.
    Non solo me le guardo in modo seriale (4-5 puntate di fila), ma non contento mi guardo anche quelle in inglese (con l’aiuto dei sottotitoli) in modo da essere aggiornato con la programmazione americana; Poi cerco su internet le anticipazioni magari da indiscrezioni che vengono furoi da interviste al cast o ai registi…
    qualche nome? eccole:
    Weeds
    Californication
    CSI(Las Vegas)
    Prison Break

  15. Alexis

    Penso che a tutti il cervello ad una certa ora cominci a spegnersi e all’inizio di questa quotidiana fase calante non riesco proprio a seguire intrighi, complotti e indizi lasciati qua e là: meglio Desperate Housewife e l’eterno J.R.!

  16. Mi domando come si possa ancora credere che, nel 2009, la televisione sia ancora qualcosa di davvero utile e da ambire.

    Essere stanchi dalla giornata lavorativa non è una scusante accettabile.

    Cominciate a fare come noi: portatela al mercatino dell’usato!

    Poi tutto vi sembrerà migliore. Noi lo abbiamo fatto 9 anni fa e ne siamo stra contenti.

    Cosa si fa in alternativa? Qualunque altra cosa, ma soprattutto si conversa tra noi!

  17. Alexis

    Conversare???? Alle 21 di sera, quando ci si sveglia alle 5 per raggiungere il posto di lavoro? Magari si parla prima, poi per conciliare il sonno anzichè prender medicine si guarda D.H., no?

  18. Amo anch’io le fiction americane. Ma ancor più quelle italiane “Un posto al sole” e “Agrodolce”. Sotto la supervisione di Minoli sono ben scritte, ottimamente recitate e abbastanza (tutto non si può avere) realistiche. Le consiglio. Vivamente!
    Orso

  19. Tpunto

    Leggendovi capisco che, a parte le fiction italiane, ci sono + o – gli stessi programmi anche qui in Inghilterra.

    Io guardo House, CSI Miami (a me Horatio Caine piace e ritengo CSI la migliore delle 3 series) e Hustle (prodotto UK), qualche volta Criminal Minds.
    Tuttavia, a differenza di qualcuno che ha scritto piu’ in alto, non mi ritengo addicted ai programmi tv.

  20. Isabella

    Mi associo ad aquila non vedente…..adorabile la trama di “Tutti pazzi per amore”….lieto fine certo e trionfo dei buoni sentimenti!
    Ma io a casa mia devo sta’ tranquilla,mica mi posso angosciare con quelle scene che ti riportano su la colazione:sangue,violenze e quant’altro….tantè ,ne vediamo poco in giro di tutto questo.

  21. Raffaele

    Sei in ottima compagnia, ma se tu sei dipendente, io ormai sono in una forma grave, gravissima, non più reversibile. Dottor House, Californication, L’ispettore Coliandro, Heroes, Dexter, Moonlight, Friends, perfino il Tenente Colombo, e poi Hazzard, A Team.. queste serie le conosco tutte e bada che solo Friends sono 10 stagioni, e ogni volta che ne finisce uno ne trovo subito un’altra.. non solo evito di uscire a volte peer vedere le serie, ma tiro tardi fino alle 3 o alle 4 di notte. Gli intellettualoidi potranno protestare invocando ai buoni libri, ma ci sono sceneggiatori che riescono a mettere in scena cose altrettanto interessanti è ora che se ne facciano una ragione… Ciao!

  22. Adriano

    …il bello è che a tavola o nelle discussioni le persone ossessionate (perchè di ossessione si tratta) dalle fiction le riconosci subito: sono scontate, prive di fantasia, credono di essere creative e invece riciclano nella vita ciò che hanno visto in televisione. Insomma oramai semplici appendici del tubo catodico. SPEGNETE STA C…O DI TV e dedicatevi a voi stessi, perbacco.

  23. Le fiction americane sono molto più avvincenti di quelle italiane che, al cospetto, risultano patetiche, prevedibili e lente; nonchè avulse da passione vera e farcite da attori ed attrici che rappresentano un insulto ai grandi veri interpreti del Cinema. Capisco, invece, come si possa diventare “schiavi” dei serial da te menzionati. Il problema della “ossessione” a mio avviso non sussiste, a meno che tu non abbia alternative alla visione della Tv. Come valvola di sfogo o ancora di salvezza. Diversamente, non fai nulla di male (neppure a te stessa) nel guardare i telefilm che più ti affascinano. E poi, sempre meglio che guardare Sanremo ed il suo presunto successo che, in realtà testimonia palesemente la profonda crisi della televisione. Mi spiego: se tra uno stronzo fumante ed un piatto di minestra in brodo fredda e della settimana scorsa 12. 000. 000 di italiani scelgono la minestra, questo non significa che sia buona, bensì il male minore, ovvero la mancanza di alternative. Questo è, purtroppo, Sanremo. Una ciofeca. Come il suo conduttore da tutti idolatrato e, fino a ieri, dappertutto fallimentare e trombato. Fate vobis

  24. isabella

    Rettifico:non mi piacciono le fiction moderne,ma sono stata una assidua seguace di “sceneggiati”(un tempo si chiamavano cosi’) e telefilm…recentemente sto riguardando “Alla conquista del west”…ricordate zio Zeb e la famiglia McCain?

  25. irene

    Ah certo, e perchè credi di essere l’unica? Sono contenta di vedere di essere – anche io – in buona compagnia! Dato che la tv ormai non trasmette quasi più film, io i film che non riesco a vedere al cinema li guardo in dvd. Ovviamente nei giorni in cui non c’è nessuna puntata di nessuna serie americana, non importa se inedita o no. L’unica che però mi fa rimandare un’uscita, inventare scuse per non andare al cinema o vedermi con gli amici, è “Senza traccia”, la adoro senza riserve, l’ho adorata da subito e continuo a farlo adesso che rivedo in italiano gli episodi che ho già più volte visto in originale. Non sono d’accordo sul fatto che, dopo le 21, il cervello si spegne; si può spegnere (spesso) mentre guardo CSI Miami, ma non si spegne mai mentre guardo “Senza traccia”. Bello però essere così tanti ‘malati’!!!

    P.S. Hai scritto: mercoledì niente. Non è vero, mercoledì c’è CSI e ora che Miami è finito, va anche molto meglio.

  26. test psicologico…

    questa é la storia di una donna che al funerale di sua madre vede un uomo bellissimo e si innamora…
    poi non lo vede piú…
    e uccide sua sorella….perché?
    in seguito vi daró la risposta….
    per il resto anche io sono tv dipendente …

  27. Giovanni

    Le serie da te citate, che in buona parte seguo anche io, ci prendono solo perchè raccontano le cose che evidentemente mancano a tutti e due: del buon sesso e più in generale delle forti emozioni….di certo i lbri non aiutano a trovarle…magari scambiandoci i numeri di telefono qualcosa se ne potrebbe cavare fuori!
    Ciao

  28. anch’io vedo molti telefilm e fiction perchè sono sola e questi spettacoli mi fanno compagnia ma,credo che qulcuna di quelle italiane non sia cattiva ,per esempio :R.I.S.,tutti pazzi per amore (a parte qualche scemenza “incorporata”),Il bene e il male ,ecc. ma quello che preferisco di più è E.R perchè è molto rispettoso della realtà e poi perchè mi fà sognare che un giorno la nostra sanità possa essere così.

  29. vittorio Calvi

    fortuna che in italia non avete troppe finction. Io a Londra potrei guardarmi
    CSI (3 series), NCIS, Heros, Lost, prison break, law&order, my name is earl, pushing daisies, supernatural, il nuovo beverly hills 90210, doctor who, being human, smallville, + una serie infinita di british soaps tipo east enders che ti fanno star male. Per non parlare di tutti i, song contest, le truffe gli inseguimenti di polizia. C’e’ praticamente un programma televisivo su ogni professione. Dai poliziotti, ai netturbini, personale di volo ecc! Adesso c’e’ persino un programma che si intitola “Paris Hilton best British friend”. Lascio a voi immaginare di cosa si tratti. L’ unica soluzione e’ non accendere proprio la TV.

  30. francesca

    L’ultima serie di E.R. nun se po’ guarda’ almeno da parte di chi ha ancora nel cuore le gloriose prime stagioni con Mark”Ciccio”Greene e Carter: storie serie, con un piede nella realtà assolutamente non rosea della sanità americana, attori credibili (alcuni anche bonazzi che non guasta), regia pulita. Tra gli italiani ho riso fino alle lacrime per alcune puntate di Boris su Fox.

  31. Lya

    Anche io guardo molti telefilm, ma preferisco quelli non polizieschi (tranne il sempre classico e meraviglioso N.Y.P.D. Blue). Per adesso mi piacciono : Dr. House, E.R., Ugly Betty, Desperate housewives, Brothers & sisters, Grey’s anatomy, Weeds e simili. questo non mi impedisce di leggere molto, soprattutto prima di dormire, buoni libri classici di grandi scrittori tipo Balzac, Zola, Tolstoi, Dostojevski, ed altri. Mi piacerebbe rivedere anche alcuni telefilm del passato come “Avvocati a Los Angeles, Hill Street giorno e notte ed altro. Comunque, leggendo i vostri commenti, mi rassicuro molto e mi fa sentire in buona compagnia. Ciao a tutti.

  32. Saul

    Sarò anormale ma io dopo le nove e mezza premo inesorabilmente il pulsante rosso. Ma non che non mi interessino certi film, anzi. Allora penserete che legga. Purtroppo non sempre, ma non che non mi interssino i libri. Prima di andare a letto PENSO. Non che me lo imponga ma mi lascio trasportare da un turbine di pensieri, ragionamenti. Questo però mi felicita perchè sono consapevole che sognare a occhi aperti è bellissimo.

  33. ReWritable

    Ah beh menomale non sono il solo caso patologico allora… hai dimenticato però Lost, Numb3rs, NCIS, CSI (nelle varie salse), The Practice, Dexter (il mio preferito) ecc. ecc. Ultimamente ho scoperto Rai4 sul digitale terrestre, ottima programmazione anche lì (Day Break, Matrix, The dead zone, Millenium) in comodi orari. Insomma anche io faccio parte della schiera di quelli che il sabato non escono per guardare Cold Case e la domenica nemmeno per il Dr. House o Criminal Minds. I motivi sono due: la produzione americana è davvero coinvolgente (quella italiana a parte Montalbano e poco altro neanche per me esiste) e la qualità sociale intorno purtroppo tendente al depressionismo acuto, condita da un contesto urbano che di attrattivo ha ben poco. Saluti. Per chi volesse condividere opinioni: rewritable_rewritable@mt2009.com

  34. tania

    dopo la lettura oserei dire illuminante di questi commenti ho capito perchè l’istituzione “famiglia” va a scatafascio! Ma Vi ricordate mai di parlare con rispettivi figli, mariti, mogli partners o altro? Sapete chi sono, come sono, cosa pensano? Anzi sapete ancora parlare? No, miei cari, non é così che si vive, in una realtà virtuale televisiva!
    Provate a sentire di più la vita vera che vi scorre intorno e riservate la fantasia e i sogni per la notte.
    e scusate ma non è puro moralismo, é che abbiamo dimenticato proprio il senso della misura.

  35. doc.who

    Che bella la serie “le isole perdute” con quello che si chiamava “Q”… e che belle le serie degli anni ’70 piene di mistero e fantasia anche se povere di effetti speciali… Qualcuno ricorda “Zaffiro e Acciaio”, “doctor Who”, “I sopravissuti”, “Il prigioniero”, quella serie ambientata a Stonehenge… che fantastici ricordi………….

  36. Ti dò pienamente ragione … le serie televisive italiane sono ridicole e non hanno un senso di esistere secondo me. Quelle americane invece sono fatte diversamente e proprio bene. Mi piacerebbe imparare e cominciare a vederle in lingua originale in modo da prendere proprio tutto da loro e non “perdere” nella traduzione.

    Bel post di riflessione … grazie 🙂

  37. sickert

    Schiava di cosa? Di una storia che ti avvince? Di un’avventura che ti fa sognare?
    Se questo è essere schiavi….viva le catene!!! Io leggo, leggo molto e mi interesso di tutti i generi e lo faccio perchè mi permette di staccare, di chiudere la giornata.
    e allora cosa c’è di meglio che andare a letto dopo essersi fatti una sana risata con Scrubs o aver “riflettuto” su etica e morale con House? sinceramente penso…niente!!!

    P.S.
    E una menzione speciale agli scenografi di House…l’arredamento è assolutamente meraviglioso

  38. @angelo : grazie! ora ricordo. Lo guardavo il pomeriggio con mia madre, in bianco e nero mi sembra, era avvinta anche lei…..
    @sickert: credo anche io non ci sia niente di male…

  39. Isabella

    Sicuramente ci sono persone schiave delle varie programmazioni televisive…bisogna distinguere tra il patologico e cio’ che rientra nella norma….ma a chi tocca stabilirlo?Additiamo i veri patologici mentali…non mi pare che abbiano mai arrestato qualcuno perchè si vede un tot di serial al giorno.
    @Doc Who:ricordo “I sopravvissuti”….come finiva?

  40. Tania: e se non è moralismo il tuo cosa dovrebbe essere? Cosa ne sai tu di quello che faccio in casa o non faccio? Se leggo (ho più di 3000 libri, tutti letti tranne i tre che mi sono arrivati ieri) o se parlo con i miei familiari o meno (e se vivessi da solo? Magari all’estero?).

    Doc. Who:in effetti alcune delle serie degli anni ’70 sono veramente mitiche: “il prigioniero” fra tutte, le prime serie del Dr. Who (le nuove non mi entusiasmano) ma anche Spazio 1999 (la cui prima serie era coprodotta dalla RAI!)

    —Alex

  41. Preferisco di gran lunga le serie tv americane, specialmente Dr. House perché i dialoghi sono splendidi. Ho deciso di smetterla con Sky cinema per dedicarmi alle fiction. Sono scritte bene, recitate magistralmente e ogni ora sai che puoi rilassare i tuoi neuroni esausti senza problemi.

    Le fiction Italiane?…Porta a Porta 😀

  42. Da quì a lì

    Tania: non ne avrai viste ma ti assicuro che da alcune serie (non tutte ovvio) c’è molto da imparare, ed anche sui valori di cui tu parli. Molto ma molto di più che da questo mondo reale di “vera finzione”.

  43. @Tania: dai commenti illuminanti mi sembra di capire che ci sia in giro parecchia gente in grado di ironizzare su stessa e sulle proprie debolezze.
    Eppoi chi ti dice che guardare la tv porta alla rovina della famiglia? Parlare di politica magari no? o Dante invece la unisce? Io eil mio Windsurfista a volte ci troviamo insieme a ridere con Scrubs e cercare le genialità della mente di Groening. Nessuno dei due è analfabeta, per inciso. E continuiamo a fare l’amore. Non facciamo gli integralisti, la tv è piena di schifezze ma anche di cose divertenti.

  44. Alberto

    Sono rimasto letteralmente fulminato solo da Romanzo Criminale. Ma erano solo 12 puntate.
    Per il resto mi rifiuto di vedere un solo fotogramma di fiction, reality e il resto della robaccia.

    Altro che mi piglia? Forse, con Sky, mi sono addicted alla ParigiDakar. Al SeiNazioni di Rugby. Ai canali tematici culturali che sono divertentissimi.

    Spesso mi viene ormai naturale, la sera, mettere un DVD, vedermi grandi concerti rock, vecchi e nuovi, o mettere musica e leggere.

    Oppure, e qui godo come un riccio, a suonare; da solo o chiamando amici a casa. La fiction è roba da anni 50, secondo me.

  45. roberto

    Dimenticate però le serie migliori… House, Criminal Minds, Senza traccia sono noiosette alla lunga. Per la vera dipendenza provate:
    The Wire
    Brotherhood
    The shield
    24
    Lost
    e per le sit non c’è nulla di meglio di Frasier
    le serie migliori non sono le americane (anche se le eccellenze sono le loro per motivi di investimento). La bravura si vede nelle cose a basso costo e li sono insuperabili gli inglesi (e a cascata australiani e canadesi). I tedeschi sono quasi peggio degli italiani. I francesi non sanno di nulla.
    Amen

  46. Belinda

    Io ho vissuto senza tv e telefono una vita. Ricordo che a scuola tutti parlavano di quello o di quell’altro programma. Per me non era un problema… Forse oggi, lo sarebbe stato… Poi, affitto l’appartamento attuale insieme ad una “socia” e lei mi dice: io senza tv e senza telefono non ci so stare… Abbiamo acquistato tutte e due le apparecchiature, ed eccola qui, la tv… che cattura COMUNQUE l’attenzione. Prima, non avevo idea di quello che accedesse tra i tubi… E’ una tv oramai vintage, pure mono (manco stereo!), piena di polvere, di solito. Sono tre giorni che NON FUNZIONA PIU’!!!!!!!!!!!!!
    Quando sono da sola, nel living mi metto sul notebook perké mi occupo proprio d’informatica e la tv manco l’accendo. Ora, è finita. Certo non ci metterò un solo Euro per comprarne una nuova. Con quei soldi, mi faccio un wiki in qualche bella città italiana. Male male scarico CoolStreaming da internet e guardo “a piacimento” di tutto e di più.
    Un salutone
    B.

  47. E.

    Vai tranquilla sei in buona compagnia!
    Sky al momento: Desperate Housewives 5^ stagione, Criminal Minds 4^ s., Dexter 2^ s., Dr House 3^ s. , in attesa di vedere le nuove serie di Big Love, Boris, My name is Earl, Carpoolers già viste tutte le sei serie de I Soprano.
    Dvd: essì…se le serie mi piacciono prendo anche i dvd e le riguardo volentieri, al momento sto riguardando Alias, già rivisto: Six feet Under, CSI, Desperate Housewives, Boris, Dexter, My name is Earl.
    Sulla rai è un classico da anni: E.R. e Montalbano.
    ^_^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...