Frenesie natalizie

Si avvicina a grandi balzi il Natale e Ondalunga che nel suo intimo è ancora una piccola rompipalle zelante e credulona ma soprattutto femmina, è in preda alla frenesia tipica del periodo: decorazioni, regalini e infornate di biscotti.

Malgrado le misure della casa non consentano grossi slanci creativi, stanno spuntando come funghi coroncine di bacche, nastri dorati e decorazioni norvegesi.

Il Windsurfista è nervoso.

A parte il panettone da pucciare nel latte la mattina, non riesce a trovare niente di bello nel Natale.

Ondalunga invece, a cui non basta sentirsi in colpa i 360 giorni precedenti l’arrivo delle feste perché non riesce a salvare animali, piante e bambini dalla catastrofe umana, in questo periodo ha la lacrima più facile del solito e si mette a piangere persino vedendo la pubblicità del pandoro.

Il Windsurfista, che d’ora innanzi chiameremo per comodità Ebezener Scrooge, blatera in continuazione adducendo enormi scuse per non festeggiare questa inutile festa, partendo dall’ovvia questione religiosa secondo cui io sarei una non credente ( solo perché cambio canale se vedo la faccia o sento la voce di Ratzinger) passando per quella consumistica (ma io non sono molto consumistica eccettuato le botte di shopping compulsivo) fino ad arrivare a scuse nebulose come le famiglie che rompono, i film deficienti, pubblicità noiose, bambini scassaminchia.

Ondalunga insulta Ebezener e lo accusa di essere un vecchio brontolone ed egoista e alla fine Ebezener è costretto ad andare a cercare un abete d’allevamento, di quelli ecologicamente corretti che poi vengono rimpiantati.

Tra l’altro si perde per via di deviazioni astruse e non raggiunge l’ipermercato e quando torna è più scrooge che mai e minaccia ritorsioni ( tipo 3 mesi di vacanze estive a Telamone). Si calma dopo 3 ciotole di zuppa di farro.

Ondalunga però si arrabbia per poco, è distratta da una lista vergognosa di cose da fare, la più importante della quale è cercare di incastrare le necessità di una dozzina di amiche in modo da incontrarle tutte prima del 24. Pratica questa sconosciuta ad Ebezener che ovviamente non ha nessuna lista di amici: gli amici di Ebezener non si incontrano mai prima di Natale e quelli che propongono incontri simili hanno una moglie/compagna che amabilmente suggerisce. Ebezener poi continua ad insultare il Natale dandogli la colpa se è costretto a stare a casa dal lavoro in un periodo in cui piove, fa freddo e i prezzi sono triplicati in modo da impedire qualsiasi tipo di gita o viaggio. Secondo lui c’è una congiura generale causata dall’idiozia del popolo che spinge l’azienda a chiudere per 2 settimane. Ondalunga pensa invece che i General Manager e i CEO, cioè quella manica di ladri e imbroglioni che risolvono i problemi della recessione non riducendosi lo stipendio ma mandando a casa decine di persone, devono portare la moglie sulla neve o alle Maldive e comprare dei bei regali alle loro amanti e quindi DEVONO per forza chiudere l’azienda. Ondalunga risparmia la solita predica buonista a Ebezener e valuta attentamente la ricetta della “fugazza carrarina” estrapolata alla prozia in punto di morte (aveva 96 anni la vecchietta e faceva la focaccia più buona del mondo). Comunica ad Ebezener che ci vorranno ben 24 ore di lievitazione e lavorazione e lui la guarda esterrefatto prevedendo già una giornata tragica.

Ondalunga ed Ebezener si riappacificano e decidono di darsi una tregua per coalizzarsi contro le loro rispettive famiglie che sollecitano la presenza di entrambi nello stesso momento in due diversi posti. E’ in quell’occasione  che Ondalunga comprende Ebezener. Ma è solo un attimo, poi entrambi si ributtano nelle loro frenetiche ossessioni e intanto fuori fa sempre più freddo e le luci della Pieve ricordano che presto arriverà Natale.

Annunci

2 pensieri su “Frenesie natalizie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...