Bollita

No, non sono ancora andata in ferie.

La mia pazienza invece sì.

Il mio stoicismo inizia a mostrare dei segni di cedimento. Colpa del caldo.

O delle circostanze. Tipo che il Windsurfista è tornato negli States e il nostro prossimo appuntamento è per il 20 negli States appunto. Mi ha lasciato una casa sottosopra, una pila di scarpe da donna e da uomo in scatole sul tavolo da cucina. Le scarpe da donna sono francamente orribili e non so cosa farne. Ha lasciato una polo stesa sul divano, una camicia stesa sulla poltrona e una t-shirt piegata sul letto. Probabilmente vogliono dire qualcosa ma, a causa del solito caldo, non riesco a decifrarne il significato.

Un’altra cosa che metterebbe a dura prova chiunque è che da 8 giorni lavorativi in ufficio non funziona la rete, né internet, né la posta, niente. Isolati. Per una che di lavoro gestisce un network di soggetti è un cataclisma. Sono isolata dal resto del mondo e passo il tempo a leggere, fare solitari e insultare tutti i funzionari di questo baraccone. Queste trombe stonate mi guardano stupiti e mi chiedono a che mi serve internet. Inutile rispondere che mi serve per lavorare, tanto non capirebbero, spiego che volevo organizzare le mie vacanze e parlare con il fidanzato. Ah bè allora hai ragione ad arrabbiarti. Brunetta help me, fa così caldo che ormai la tua imago nel calore di questi pomeriggi pare il miraggio di una cascata d’acqua fresca nel Sahara.

Il caldo mi fa fare altre cose pazzesche. Mi fa pensare che ho assolutamente bisogno di una nuova borsa, grande, spaziosa e soprattutto costosa.

Mi fa pensare che voglio cambiare lavoro, andare a una festa ganza e andare a nuotare. Tre cose che non mi riesce fare da troppo tempo, dannazione. Eccetto nuotare. Ecco quello sabato magari lo faccio, sperando che le meduse  stiano al largo da me. Quelle proprio ora non le sopporterei.

 

Annunci

6 pensieri su “Bollita

  1. dancin' fool

    ohi, e le scarpe da donna di chi sono? regali per te? cmq mi sa che le t shirt sparse per la casa significano “altolà! mio territorio, anche se sono a bollire negli states”. nessuno oserà mai sfiorarti, neppure con una margherita 😉

  2. una polo stesa sul divano, una camicia stesa sulla poltrona e una t-shirt piegata sul letto

    Beh, facile dai!
    Intanto devi giocare al lotto i n. 22, 44, 66, poi fai attenzione che la disposizione dei capi sta a profetizzare: “disagi intestinali in vista” !!

    ^______^’

  3. @ tutti:Temo che le magliette siano state lasciate lì sia per essere lavate e per essere trasportate negli states
    @dancin’fool: le scarpe sono regalo di un parente del windsurfista che lavora in zona santa croce sull’arno ( dove si fabbricano scarpe), capisci il dramma?
    @francesca: se c’è un pinguino allora il condizionatore funziona!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...