Il capitombolo dell’eroe

Il Windsurfista è tornato dall’America. Appena entrata l’ho trovato seduto sul divano, bello come non mai e le farfalle nello stomaco hanno iniziato a svolazzare impazzite.Poi, circa qualche rotolata sul letto dopo, siamo andati a fare la spesa alla “COPPE”, necessaria, data la quantità indicibile di cibo di cui l’amatissimo ha bisogno. Durante la spesa l’ho bonariamente preso in giro per certe sue abitudini. Lui allora mi ha detto:- Che cattiva che sei! Mi prendi sempre in giro, una volta non eri così-

Ci ho riflettuto ed ha perfettamente ragione.

All’inizio, diciamo i primi due anni di passione rovente, lui era l’adone, il Dio, l’amato, perfettissimo ai miei occhi, il mio eroe che solcava i mari in cima a una tavola sfidando Eolo e Nettuno. Poi un dì gramo, la tragedia: l’eroe decise di prendere il mare, metaforicamente si intende,  e mi abbandonò sostenendo che non si sentiva pronto per una storia sempre più seria. Lì, le mie sicurezze cominciarono a vacillare ed iniziò un periodo di lacrime, pianti, canzoni tristissime, molte domande senza risposta, analisi psicologica e poi sociologica e infine comportamentale della persona in questione. Mi aggiravo per gli uffici come uno zombie e tremavo ogniqualvolta lo incontravo. Eravamo per somma disgrazia pure colleghi. La cosa peggiore era sentirlo parlare fitto fitto con due gattemorte aziendali che ridevano sempre alle sue  battute. Una scenetta pietosa che tutti i giorni avveniva , non so perchè, davanti al mio ufficio, causando tra l’altro malumori da parte della collega che lo divideva con me, non fosse altro perchè era femmina e prendeva le mie parti.

Lacrimando e balbettando infine durante una pausa pranzo espressi alla mia amica, e a quel tempo collega, Bibbì, tutta la mia frustrazione a sentire quelle due gattemorte miagolare alle misteriose esternazioni dell’oco. Lei con una freddezza e una sufficenza tipica delle persone moralmente elevate mi rispose:- Guarda, gli fa l’imitazione del Pagliaccio Baraldi e loro lo adorano-

Ecco, svelato il mistero. L’eroe, il tenebroso, l’altissimo, il bastardo passava il tempo a fare l’imitazione del Pagliaccio Baraldi.  Il Pagliaccio Baraldi è questo.

A parte che tra tutti i personaggi di De Luigi questo è sempre stato quello che mi faceva meno ridere. A parte anche che non ho mai capito perchè il teatrino si svolgesse  davanti al mio ufficio. A parte che le 2 gattemorte evidentemente si divertivano con poco.

Ecco, il mio eroe quel giorno è capitombolato giù dal piedistallo su cui l’avevo posto.

Da quel giorno c’è voluta tutta la sua buona volontà per riconquistarmi, perchè all’improvviso mi era chiara una cosa: che potevo benissimo vivere anche senza la presenza accanto del Pagliaccio Baraldi. E che probabilmente non avrei dovuto temere nulla da parte delle due cretine che sghignazzavano per cotanta idiozia.

Da quel giorno per quanto mi sforzi di mantenere la mia adorante prostrazione nei suoi confronti ai livelli iniziali, mi viene sempre in mente il Pagliaccio Baraldi e allora l’eroe ricapitombola rovinosamente. Da qui, le mie bonarie punzecchiature.

Questo non significa che le farfalle non svolazzino più, figuriamoci, ma solo che sono consapevole della sua umanità e credo, questo sia vitale in una relazione a due. Adorare ma anche vedere l’oggetto del proprio desiderio in tutta la sua imperfezione. E riderci su.

Chè lui mi fa tanto ridere, molto più del Pagliaccio Baraldi.

Annunci

6 pensieri su “Il capitombolo dell’eroe

  1. stx

    Leggo speso il tuo blog e mi ammazzo di risate. Ma questo è il pezzo più bello che ho letto. Molto personnale, molto sentito, per niente retorico.
    Complimenti.. a parte l’accento grave anziché acuto dell’ultima riga.

  2. Credo che faccia parte dell’innamoramento adorare l’oggetto del desiderio. Poi in effetti si torna con i piedi per terra. E comunque prendersi in giro fa bene. Si sdrammatizza.
    Per valeria: è in USA per lavoro. Non vede un windsurf da mesi…..povero! In Texas più che windsurf si trovano cavalli e pistole 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...