Maledetta primavera

Che non arriva. Non sta arrivando, dannazione. Il cielo grigio, la temperatura rigida, i passerotti intirizziti, le rondini latitanti, la Pesa in piena, i camini accesi, le colline innevate e persino Mary Poppins alla TV. Ma siamo ancora a dicembre? E’ un incubo.

Il mio umore è plumbeo quanto i nuvoloni che incombono su un ennesimo pomeriggio da sclero lavorativo. Il Windsurfista da Dallas mi manda su tutte le furie cercando di calmare i miei nervi tesi con chat che dovrebbero rassicurarmi ma che invece me li fanno saltare in maniera definitiva.Il mio Burberry è malinconico, appeso nell’ armadio, e sta aspettando una temperatura leggermente più mite. Non riesco ancora a separarmi dalla mia sciarpa di lana nè dai miei calzettoni “semprecaldocashmere” (si chiamano veramente così e c’è una ragione). La bici è ferma in garage in attesa di un pallido sole che asciughi il fango dalle strade. Vorrei partire con un look priamavera/estate 2008 ma la sola idea di togliermi pull e stivali mi fa rabbrividire. Passo davanti al mio negozio preferito indugiando sui nuovi costumini e anche se mancano 2 mesi e mezzo alla stagione marina, l’estate mi sembra lontana come Capri a un danese.

In poche parole mi sto deprimendo.

Se questo clima impazzito non fa qualcosa potrei dare di matto.

Aspettiamo primavera.

Annunci

3 pensieri su “Maledetta primavera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...