Dialoghi lavorativi

Il capo alle ore 11 di ieri :- Avete visto gli spagnoli che bel libro che hanno pubblicato?- E noi:- Molto bello, molto -. E lui:- Anche noi dovremmo fare una cosa simile- ci guarda. Noi mute. Azzardo io:- Sarebbe carino ma ci sarebbe bisogno di tipografi e esperti di grafica- E lui:- Ma non facevi delle cose simili?- E io:-Sì ma avevo dei programmi apposta e poi ci appoggiavamo a una tipografia e…- E lui:- Non potreste provare a fare una newsletter almeno?- e io:- Va bene ma ci serve il programma di grafica. Io l’ho chiesto l’anno passato e nessuno me lo ha installato- E lui:- Ma non hai un pc a casa?- e io:- Certo- e lui:- Ce lo hai quel programma?-  e io sempre più allibita- Certo- e lui sempre più idiota:- Perché non ti porti a lavoro il tuo portatile?-

Il capo un mese fa:- Avete scritto i report da mandare in regione? – E noi:- Sì, te li abbiamo spediti –

Il capo ieri:- I report?- E noi allibite:- Te li abbiamo spediti un mese fa. – -Ah va bene-

Il capo ancora oggi:- Dovreste andare a fare le fioraie-E noi:- Ma i report per la regione?- -Quali report?-

Annunci

5 pensieri su “Dialoghi lavorativi

  1. Rinchiudetelo.
    Non perche’ e’ incapace di ricordare le informazioni importanti, non perche’ e’ cosi’ tirchio da non voler comprare i programmi necessari per lavorare e li chiede a voi, ma perche’ vi dice che dovreste fare le fioraie.

    Qui negli states una frase cosi’ e ti becchi una denuncia. E poi PAGHI!!!

  2. Eh, mica per fare la rassegnata, giammai lo sarò, ma stiamo parlando di pubblica amministrazione : chi li toccherà mai ‘sti tizi? Viviamo nella paradossale situazione in cui una frotta di under 40 (anni) sgobba con contratti cocopro ( e tra l’altro sgobba bene) e un muro di funzionari pubblici vive da parassita sul lavoro dei collaboratori a progetto. Credo sia diventata una prassi. Tuttavia voglio essere ottimista: intanto continuerò a cercare posti di lavoro sempre più seri, benchè diventi ogni giorno più difficile, e poi non ho ancora perso la speranza di trovare lavoro all’estero. Cercare di cambiare le cose in questo paese era una mia missione, ma sarà il periodo sarà che sono stanca, comincio a non averne più voglia. Tra parentesi, capisci poi perchè trovo che non avere dei programmi in un pc dopo un anno sia francamente disgustoso?

  3. capisco si! L’Italia e’ meravigliosa per tantissimi aspetti, ma c’e’ troppa incertezza economica, tanti furbi che comandano e una marea di onesti che sgobbano. Un paese cosi’ e’ destinato a fallire, secondo me. Ormai stiamo alla frutta pero’ nessuno sembra veramente accrogersene. Sara’ che stanno tutti a guardare il grande fratello?

    Gli italiani sono un popolo di rassegnati e mi fa una rabbia enorme!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...