Separazioni e pensieri

Il pallido sole di oggi non riesce a scacciare la malinconia che si è impadronita di me.

Il Windsurfista da una settimana è partito per gli States, ragioni di lavoro, e siamo rimasti d’accordo che cercherà di guardarsi un po’ in giro in vista di un possibile trasferimento di entrambi laggiù.

La verità è che non ne possiamo più dell’Italia, dello squallore del mondo del lavoro italiano, del papa, di Mastella, della roba orrenda ai saldi, delle microscopiche case in cui siamo costretti a vivere, dei mutui assurdi e della burocrazia.

Sono anche stanca di militare in un movimento politico ed essere trattata come un essere inferiore in quanto donna.

Quando nel 1998 partii per la Germania con il progetto Erasmus avevo sensazioni simili. Amicizie stantie e vacillanti, un’università vecchia, una città noiosa e un’idiosincrasia verso discorsi vuoti e pieni di pregiudizi e luoghi comuni. Mi avvertirono tutti che sarei stata male in un posto freddo come la Germania, dove la gente è fredda, il cibo scadente. Invece ho conosciuto persone da tutta Europa, ho mangiato cibo scadente ma anche le allegre frikadellen delle fiere e le torte alle ciliegie, ho scoperto che a giugno le fragole tedesche sono buonissime, che ci sono parchi meravigliosi e che camminare sotto la neve è magico. E quando sono tornata ho scremato le amicizie e ho rivoluzionato un po’ la mia vita. E ora ancora, ho questa attesa del nuovo, della partenza, del sentirmi di nuovo straniera e libera in un posto totalmente diverso. Di cambiare. Perché sta diventando difficile vivere senza avere prospettive, vivere sapendo che ti devi accontentare di sopravvivere. È tremendo, e d’altra parte non mi sento ancora vecchia abbastanza per rassegnarmi.

Ecco l’America adesso è un’occasione per una piccola svolta, per una bella avventura, per sentirmi ancora viva. Non vedo l’ora, mio Windsurfista, tieniamo duro. Gli States ci aspettano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...