Propositi di fine estate

L’estate sta lasciando posto all’autunno.

In ufficio sono tornati tutti, gli autobus hanno di nuovo orari quasi umani, i negozi si riempiono di scarpe autunno/inverno e l’animo di buoni propositi.Perché la fine dell’estate significa principalmente l’inizio di un nuovo anno.

Ci si sveglia entusiasti, con i propositi nella mente, l’agenda in mano per segnare le cose importanti. Un’agenda che dal mese di giugno è rimasta bianca tranne per un”inizio ferie” e un “fine ferie” con disegnino di un teschio.

Ci sono un po’ di eventi che ci stanno lasciando perplessi ma teniamo duro.Per esempio il freddo che repentino si è impossessato delle nostre camere da letto, facendoci tirare fuori dall’armadio lo scaldasonno e mettere in lavatrice la camicia da notte di voile sexy, in naftalina per altri 10 mesi, utilizzata in pratica solo per ferragosto.Oppure la presenza dei tronchetti anni’80 in vetrina. O ancora la riapertura dell’anno politico con conseguente gastrite.

Ma kissenefrega. Settembre mi fa impazzire, è un mese luminoso, mi fa sentire ottimista e poi è pure il mese in cui sono nata.

Quindi ecco i miei buoni propositi per l’anno a venire, un elenco pensato in queste mattine fresche mentre pedalo da casa all’ufficio:

  1. Non buttare soldi in scarpe, borse e vestiti.
  2. Tenere conto di tutte le spese necessarie e no
  3. Avere uno stile di vita sano
  4. Non arrabbiarsi più per la politica
  5. Non arrabbiarsi più per il campionato
  6. Non arrabbiarsi più con il Windsurfista
  7. Dedicarsi a un hobby che non sia:politica, shopping o il fitness
  8. Dare importanza all’essenziale e non al faceto
  9. Cambiare lavoro
  10. Comportarsi da persona adulta

Una volta stilato l’elenco, non so perché, ma un senso di oppressione mi stringe il petto, respiro in affanno e la mente mi si confonde. È come se l’obbligo di seguire queste rigide regole mi togliesse l’ottimismo e la voglia di iniziare l’anno con energia.

E quindi ho deciso di ritoccare un po’ l’elenco, giusto per renderlo più appetitoso.

  1. Intanto, visto che bisogna vestirci, calzarci e tenere il portafoglio da qualche parte, dopo aver attentamente guardato le vetrine sono arrivata alla logica conclusione di: non buttare soldi in scarpe, borse e vestiti di scarsa qualità ma solo in cose molto belle e durature (chi più spende in fondo meno spende)
  2. Tenere conto delle spese è inutile tanto la banca ogni mese mi manda il resoconto
  3. Il mio stile di vita tutto sommato è sano, sono magrolina, mi muovo abbastanza, semmai ecco:fare più vacanza perché lo stress è nemico di uno stile di vita sano
  4. Arrabbiarsi moderatamente e in modo costruttivo per la politica
  5. Seguire il campionato ma non guardare “Guida al Campionato” su Italia Uno che è sfacciatamente fazioso
  6. Sorridere al Windsurfista e ignorarlo
  7. Dato che l’hobby è tale se diverte, questo punto non ha senso. Aggiungo però la lettura e la scrittura
  8. Questo punto tocca un nodo che centinaia di anni di dibattiti filosofici non hanno mai sciolto. Inutile che lo faccia io.
  9. Poiché sono precaria, è molto probabile che mi obbligheranno a cambiare lavoro, e temo non avrò molto da scegliere.
  10. Gli adulti sono persone particolarmente tristi e frustrate, quel poco di infantilismo che ancora mi rimane mi tiene a galla. Lo cambierei quindi in: essere se stessi, sempre e comunque.

Ora mi sento davvero meglio.

Buon ritorno a tutti!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...